Le parole di SInisa Mihajlovic sul suo esonero in rossonero avvenuto ormai tempo fa.

Durante un’intervista al Corriere dello Sport, Sinisa Mihajlovic ha parlato anche della sua breve avventura al Milan di qualche anno fa: “Le esperienze, gli anni e il lavoro aiutano a crescere, io mi aggiorno in continuazione, e studio, ma nelle squadre in cui ho lavorato ho sempre dato e ottenuto il massimo possibile. A volte sono stato mandato via, altre me ne sono andato io. Ma ho sempre fatto meglio di chi mi aveva preceduto e anche dell’allenatore che mi ha sostituito. Non ho mai capito perché il Milan mi abbia esonerato – ha affermato Sinisa – ero quinto o sesto e in finale di Coppa Italia.

Pallone Serie A 2020 2021

Con quella squadra, che del Milan portava solo il nome, non si poteva fare di più. La stagione seguente ne cambiarono nove su undici. Unici sopravvissuti, quelli che avevo lanciato io, Donnarumma e Romagnoli. Rimpianti? Né delusioni, né rimpianti. Perché non ero io a controllare la situazione, la scelta non fu mai mia. I rimpianti, poi, non servono a niente. Io ho preso il Milan sbagliato, ma come si fa a dire no al Milan?”.

La redazione di Notizie Milan - giovane, dinamica e indipendente - vive il mondo rossonero 24 ore su 24.
Una passione a 360°, che si fa professione per raccontare in modo libero e scrupoloso le vicende del Diavolo.
Dalle news al calciomercato, dalle partite ai social, da Milanello a San Siro: la nostra missione è tenervi sempre aggiornati.
Perché Notizie Milan c’è, sempre e comunque, che si vinca o che si perda. Per i nostri lettori, per noi che amiamo questi colori.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Notizie Milan su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per scaricare la nostra APP

Riproduzione riservata © 2022 - NM

rassegna stampa

ultimo aggiornamento: 09-01-2022


L’agente di Conti chiarisce: “Serve qualche giorno per sbloccare la cessione”

Marchetti: “Milan su Diallo, il tempo può essere un alleato dei rossoneri”