Seguici su

News

Florenzi: “Quando non puoi vincere non devi perdere, non meritavamo la sconfitta, usciamo con le ossa rotte”

Alessandro Florenzi

Il terzino rossonero Alessandro Florenzi ci mette la faccia e non nasconde la propria delusione per la quarta sconfitta in campionato.

Un Alessandro Florenzi piuttosto deluso ha analizzato Atalanta-Milan di ieri pomeriggio ai microfoni di DAZN. “Penso che abbiamo affrontato la partita nel modo corretto. Se ci fossimo stati tutti era più facile, ci mancano giocatori forti. Giocatori importanti per noi. Usciamo dal campo rammaricati per i tre gol e per aver perso la partita che secondo me non meritavamo di perdere. Ero venuto ai microfoni anche dopo la sconfitta con l’Udinese, ho visto due gare differenti. Una in cui siamo mancati anche sotto l’aspetto mentale, di aggressività, tutto quello che questa sera ho visto molto meglio. Poi ovvio che uscire con 0 punti ci dà tanta tristezza. Dobbiamo ripartire come sempre, la fortuna di avere una partita mercoledì anche se siamo pochi al momento è sicuramente una buona cosa”.

Il rammarico

“Un po’ una chiave di lettura in tutte le partite: quando non puoi vincere non devi perdere. Loro hanno trovato un guizzo, abbiamo perso un 1-2 dentro l’area, Muriel fa un gol incredibile che è alla sua portata per le qualità che ha. Usciamo con le ossa rotte ma con grande rammarico perché secondo me meritavamo il pareggio”.

Luis Muriel
Foto Image Sport

La sua posizione

“Nella mia testa, che poi è quello che mi dice il mister di fare, l’occupazione degli spazi diventa veramente importante con questo gioco. Accentrandomi tanto lasciavamo spazio magari per Theo per farlo salire, o magari per venendo dentro si svuotava dietro Pasalic o dietro Koopmeiners per l’inserimento del centrocampista. Dipendeva tanto da come venivano a prenderci loro. Non è più centrocampista o difensore ma dipende dagli spazi”.

L’obiettivo

“Io penso che noi abbiamo un obiettivo ben chiaro nella testa da quando ci siamo visti quest’estate: essere competitivi su più fronti. Sappiamo che la partita di mercoledì sarà un dentro fuori: Europa o solo campionato. La classifica la guardo poco fino a marzo. Verso marzo-aprile io personalmente capisco quelle che possono essere le ambizioni della squadra, partendo però con un’ambizione alta da inizio anno”.

Sulla prossima partita

“La speranza è l’ultima a morire. È una partita da dentro o fuori. Se vinci ti assicuri comunque l’Europa League che è una competizione importante, in cui il Milan può dire la sua qualora ci andassimo”.


Leggi anche

Gerry Cardinale Gerry Cardinale
News5 ore ago

Pellegatti: “Gli americani a livello di organizzazione sono superiori, io sono curioso su Cardinale”

Il giornalista Carlo Pellegatti dà la sua interpretazione sulle dichiarazioni dell’italo-americano. Carlo Pellegatti a Radio Rossonera ha commentato le parole...

Giuseppe Sala Giuseppe Sala
News5 ore ago

Sala: “Il Milan mi ha risposto in maniera interlocutoria su San Siro, sono perplesso su San Donato”

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala manda messaggi chiari alle due società milanesi. Beppe Sala in un’intervista concessa a Libero...

Thiago Motta Thiago Motta
News9 ore ago

Il Bologna farà di tutto per trattenere Thiago Motta, il Milan osserva

L’allenatore dei rossoblù sta facendo benissimo in questa stagione ed è perciò finito nel mirino di diverse big: anche i...

Zlatan Ibrahimovic Zlatan Ibrahimovic
News9 ore ago

Capello: “Ibrahimovic sarà un riferimento a 360 gradi, non so se Pioli ne sarà felice”

L’ex allenatore Fabio Capello ha espresso il suo parere sulle mansioni del dirigente svedese dopo “l’incoronazione” di Cardinale. Fabio Capello...

Christian Pulisic Christian Pulisic
News10 ore ago

Calvarese: “Anche il linguaggio del corpo tradisce Di Bello, fa capire che avrebbe fischiato”

L’ex direttore di gara Giampaolo Calvarese ripercorre quanto accaduto ieri sera all’Olimpico. Giampaolo Calvarese tramite un video sul suo canale...

Matteo Gabbia Matteo Gabbia
News10 ore ago

L’incredibile trasformazione di Gabbia: il Milan ha una nuova colonna difensiva

L’ex Primavera era stato mandato a fare esperienza in Spagna salvo essere richiamato in fretta e furia per via dell’emergenza...

Leggi anche

Più letti