Seguici su

News

Cerruti: “Gara con l’Atalanta dal doppio valore, alibi finiti per il Milan”

Stefano Pioli

Il giornalista Alberto Cerruti sostiene che il match di oggi contro la Dea sia estremamente importante per i rossoneri.

Alberto Cerruti su Calciomercato.com evidenzia come i prossimi due match siano decisivi per il futuro del Milan. “E’ vero che non siamo nemmeno a metà stagione, ma tra una settimana sapremo già se i rossoneri saranno ancora in Europa, ed eventualmente in quale coppa”.

Pro e contro

“Scivolare in Europa League significherebbe giocare giovedì in coppa e poi domenica in campionato, senza grandi vantaggi economici, e senza grandi speranze di vincere una coppa che nessun club italiano ha mai conquistato, visto che il Parma ha festeggiato l’ultima coppa Uefa, alla fine dell’altro secolo. Uscire del tutto dall’Europa non è mai il massimo della vita, a livello tecnico, economico e di prestigio, anche perché il Milan sarebbe quasi sicuramente l’unica squadra delle quattro italiane bocciata in partenza, ma potrebbe regalare più tempo ed energie in vista del campionato. E non può essere un caso che proprio il Milan di Pioli abbia vinto due anni fa lo scudetto, dopo essere uscito dalla Champions, senza passare dall’Europa League. ‘Concentriamoci sul campionato’ sarebbe il logico e facile slogan di tutti i rossoneri se uscissero dall’Europa e a quel punto il quarto posto non potrebbe più bastare perché anche il Milan, come la Juventus, avrebbe lo scomodo vantaggio di non giocare le coppe”.

Christian Pulisic
Christian Pulisic

Sfida cruciale

“Ecco perché la partita contro l’Atalanta avrà valore doppio, per il presente e per il futuro. Dopo aver perso contro l’Inter e la Juventus, e avere poi sperperato due gol di vantaggio sul campo del Napoli, il Milan non può più perdere altro terreno se vuole davvero coltivare il sogno di una nuova clamorosa rimonta come due anni fa. E quindi riflettori puntati su Bergamo, tappa mai banale nella storia recente dei rossoneri, dalla bruciante sconfitta che fece decollare il primo Milan di Pioli con il nuovo acquisto Ibrahimovic, al successo con la doppietta di Kessié che lo fece poi tornare in Champions League. Sabato non ci saranno né Ibrahimovic, né Kessié. Ma in campo, come diceva il grande ‘Paròn’ Rocco, va sempre il Milan. E allora vedremo che cosa saprà fare. Perché gli alibi sono finiti”.


Leggi anche

Gerry Cardinale Gerry Cardinale
News4 ore ago

Pellegatti: “Gli americani a livello di organizzazione sono superiori, io sono curioso su Cardinale”

Il giornalista Carlo Pellegatti dà la sua interpretazione sulle dichiarazioni dell’italo-americano. Carlo Pellegatti a Radio Rossonera ha commentato le parole...

Giuseppe Sala Giuseppe Sala
News4 ore ago

Sala: “Il Milan mi ha risposto in maniera interlocutoria su San Siro, sono perplesso su San Donato”

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala manda messaggi chiari alle due società milanesi. Beppe Sala in un’intervista concessa a Libero...

Thiago Motta Thiago Motta
News8 ore ago

Il Bologna farà di tutto per trattenere Thiago Motta, il Milan osserva

L’allenatore dei rossoblù sta facendo benissimo in questa stagione ed è perciò finito nel mirino di diverse big: anche i...

Zlatan Ibrahimovic Zlatan Ibrahimovic
News9 ore ago

Capello: “Ibrahimovic sarà un riferimento a 360 gradi, non so se Pioli ne sarà felice”

L’ex allenatore Fabio Capello ha espresso il suo parere sulle mansioni del dirigente svedese dopo “l’incoronazione” di Cardinale. Fabio Capello...

Christian Pulisic Christian Pulisic
News9 ore ago

Calvarese: “Anche il linguaggio del corpo tradisce Di Bello, fa capire che avrebbe fischiato”

L’ex direttore di gara Giampaolo Calvarese ripercorre quanto accaduto ieri sera all’Olimpico. Giampaolo Calvarese tramite un video sul suo canale...

Matteo Gabbia Matteo Gabbia
News9 ore ago

L’incredibile trasformazione di Gabbia: il Milan ha una nuova colonna difensiva

L’ex Primavera era stato mandato a fare esperienza in Spagna salvo essere richiamato in fretta e furia per via dell’emergenza...

Leggi anche

Più letti