Seguici su

News

Ordine accusa: “Milan sfavorito dal calendario rispetto all’Inter, ecco perché!

Franco Ordine

Franco Ordine, in merito allo spostamento del derby Milan-Inter, ha dichiarato che i rossoneri a inizio stagione sono stati sfavoriti dal calendario.

E’ ufficiale, il derby meneghino tra Milan e Inter è stato spostato a lunedì 22 aprile. La decisione è dipesa -secondo quanto dichiarato da Andrea Butti (tra i responsabili della gestione del calendario della Lega Serie A) – da precisa richiesta del Milan che giovedì 18 sarà impegnato a Roma contro i giallorossi per il ritorno dei quarti di finale di Europa League. Ieri sera, su TeleLombardia, Franco Ordine ha posto la questione calendario ad Andrea Butti, evidenziando un fattore molto particolare che a sua detta avrebbe sfavorito il Milan.

serie A
serie A

Inter favorita dal calendario?

Franco Ordine è noto per un essere un giornalista diretto, capace di esprimere il proprio punto di vista senza troppi giri di parole. Durante la trasmissione su TeleLombardia che vedeva come ospite anche Andrea Butti ( tra i responsabili della gestione del calendario della Lega Serie A ), il giornalista ha lanciato un’accusa piuttosto forte. Le sue parole: “Le prime tre partite del campionato: L’Inter ne gioca 3 in 15 giorni, il Milan 3 in 11. Secondo, nelle prime dieci giornate il Milan affronta tutte le grandi, l’Inter solo il Milan e la Roma. Terzo, si gioca Borussia-Milan in Champions il mercoledì, fuoricasa, poi c’è Genoa-Milan sabato sera, ancora fuoricasa. Non è successo a nessuna delle altre tre che giocavano in Champions”.

La risposta di Butti

Andrea Butti, dopo la provocazione anche piuttosto marcata di Franco Ordine, ha ribadito il criterio con il quale avviene il sorteggio, definendo ogni dettaglio così da fugare ogni dubbio possibile a riguardo. Le sue parole: Il calendario lo fa un algoritmo, molto avanzato tecnologicamente. Noi diamo una serie di input e in Italia su 380 partite di Serie A ci sono 342 concomitanze. 342 eventi che impediscono a una partita di giocarsi in un determinato luogo e in una determinata data. C’è poca flessibilità di movimento in tante occasioni, anche in base alle esigenze televisive: spesso Sky o Dazn vogliono mettere le partite più interessanti nei loro slot migliori in base agli ascolti. Noi quando abbiamo lanciato all’algoritmo le indicazioni abbiamo segnalato le esigenze delle 8 squadre coinvolte in Europa. Quindi se è capitato al Milan e all’Inter mai è solo per la situazione contingente di quelle partite, con chi si giocava e dove, ogni volta è legato a non avere le stesse squadre sempre agli stessi orari”.


Leggi anche

Leggi anche

Più letti