Seguici su

News

Borghi: “Non credo che Pioli sia stato ‘tradito’, il Milan deve fronteggiare rinnovi difficili, ci sono delle mancanze”

Stefano Pioli

Il telecronista Stefano Borghi ha sostenuto che i rossoneri devono far fronte a diverse grane nel prossimo futuro.

Stefano Borghi a Cronache di Spogliatoio ha provato a far luce a 360 gradi sul momento attuale del Milan. “Non sono convinto che lo spogliatoio fosse staccato da Pioli. Il Milan ha iniziato molto forte, con molto entusiasmo. E oltretutto è una squadra che ha cambiato 10 giocatori, per cui non mi è sembrato un tradimento dei senatori. Non so se è questo. Perché adesso che sta succedendo, perché sono davvero poche le possibilità che Pioli sia l’allenatore del Milan l’anno prossimo. Le voci che girano attorno sono di una società che deve fronteggiare le richieste di rinnovo di contratto, comunque le posizioni di cardini come Maignan, Theo Hernandez, Leao”.

Mike Peterson Maignan
Mike Peterson Maignan

I dubbi

“Se il discorso è che si aspettavano un cambio d’allenatore, arriva, allora dovrebbero essere abbastanza saldi sulle loro posizioni. Invece si parla della possibile incertezza a medio termine di questi elementi. Ci sono state delle carenze durante la stagione, a livello di presenza, a livello di comunicazione. Secondo era stato fatto un lavoro molto apprezzabile d’estate. Perché il mercato dell’estate del Milan è stato un mercato brillante, e si è visto sul campo”.

Aspetti positivi e negativi

“Pulisic ha fatto la miglior stagione della sua carriera, Loftus-Cheek è andato in doppia cifra, sono stati risolti tanti problemi. Poi durante l’anno ci sono stati una serie di problemi, tant’è che ad un certo punto arriva Ibra, Ibra però saggiamente sta capendo, sta imparando, sta creandosi qualcosa per essere poi decisivo, però sì, delle mancanze chiare ci sono state”


Leggi anche

Leggi anche

Più letti