Sileri: "Al momento la ripresa del calcio mi sembra inverosimile"

Sileri: “Al momento la ripresa del calcio mi sembra inverosimile”

Le dichiarazioni del viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri: “Nel calcio c’è il contatto fisico tra i giocatori, lì potrebbe esserci fonte di contagio”.

Anche il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, intervenuto ai microfoni di “Un giorno da pecora”, su Rai Radio 1, ha parlato della possibile ripresa dei campionati: “Se ha senso che riprenda il calcio in Italia? Mi sembra inverosimile al momento. Nel rispetto dei calciatori vedo la partita di calcio inverosimile. Non si tratta di una partita di tennis o del campionato di F1: nel calcio c’è il contatto fisico tra i giocatori, lì potrebbe esserci fonte di contagio. Mi preoccupo per la salute degli atleti”.

Vincenzo Spadafora
Nella foto: il ministro Vincenzo Spadafora

Si tratta dell’ennesimo parere negativo espresso da un esponente del Governo. Anche il ministro dello Sport, infatti, Vincenzo Spadafora, si è detto pessimista sulla ripresa del calcio nel nostro Paese: “Il protocollo della Figc non era sufficiente – ha affermato a La7 – ecco perché non abbiamo consentito subito gli allenamenti, il 4 maggio… Ma io vedo un sentiero molto stretto per la ripresa del campionato. C’è incertezza ma l’alternativa all’incertezza è far seguire anche all’Italia la stessa strada di altri Paesi. Io fossi nei presidenti delle società di calcio mi preoccuperei di una ripresa sicura: consiglio al calcio un piano B. Nei prossimi giorni potremmo avere una sorpresa, visto che la Lega si riunisce di nuovo: la maggioranza dei presidenti di Serie A potrebbe chiederci di sospendere tutto. Io fossi al posto loro penserei alla prossima stagione, inutile che i presidenti scrivano al presidente Conte: pressioni inutili, il governo deciderà insieme”.

Aggiornato il: 29-04-2020