I rossoneri hanno bisogno di un giocatore freddo sotto-porta, per questo Pioli punterà sul croato Rebic, relegando in panchina il giovane portoghese.

Stefano Pioli prepara il suo Milan in vista del ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Juventus. Stando alle indicazioni che arrivano da Milanello, il tecnico rossonero sembra intenzionato a riproporre il 4-2-3-1, ovvero il modulo di riferimento utilizzato prima che l’emergenza Covid-19 imponesse lo stop alla stagione. A guidare l’attacco milanista, a meno di ripensamenti (improbabile), sarà Ante Rebic, che agirà nel ruolo per lui inedito di prima punta.

Rafael Leao Milan
Nella foto: il giovane attaccante Rafael Leao

Il Milan ha bisogno di segnare almeno un gol per provare a tenere in piedi il discorso qualificazione, per questo Pioli si affiderà al croato, bomber a sorpresa della squadra in questa stagione. Rebic agirà da “falso nove” e dovrà – oltre a essere un punto di riferimento nell’area avversaria – creare spazi per l’inserimento dei compagni. Nuova bocciatura in vista, dunque, per Rafael Leao, il quale dovrebbe partire dalla panchina per lasciare spazio, appunto, al più quotato collega. Il portoghese ha dimostrato di non avere la giusta freddezza sotto-porta e il Milan non può permettersi, in una gara così importante, di schierare davanti un attaccante che ha scarso feeling con il gol.

TAG:
Ante Rebic Coppa Italia Juventus-Milan Rafael Leao Stefano Pioli

ultimo aggiornamento: 07-06-2020


Milan, conferme sull’interesse per Bakayoko

Pioli studia difesa e centrocampo anti-Juve