Marco Van Basten si racconta nell’autobiografia che esce domani in Olanda e ripercorre i suoi anni d’oro con la maglia rossonera.

Van Basten ha ricordato come durante la gestione di Arrigo Sacchi “abbiamo dovuto guardare tanti video; in allenamento parlava sempre. Era troppo. Gli dicevo: mister, me lo hai già detto 12 volte. Era un tale fanatico che continuava a raccontare le stesse storie. Era difficile da accettare”.

Casa Milan
Casa Milan

Secondo Van Basten, Sacchi e Capello “sono stati allenatori fortunati perché avevamo una squadra meravigliosa. Avevano Baresi, Maldini, Costacurta e Tassotti grandi difensori che sapevano giocare molto bene anche con il pallone”.

Ma non solo, Van Basten ricorda i suoi infortuni e la sofferenza di quando Cruijff lo faceva giocare lo stesso nell’Ajax anche se aveva dolori: “Mi diceva, non giochi tutte le gare e puoi saltare alcuni allenamenti. Ma devi giocare in Europa. Qualunque cosa accada, devi giocare la finale”.

TAG:
Arrigo Sacchi Marco Van Basten

ultimo aggiornamento: 04-11-2020


Calciomercato, rinnovo difficile per Thauvin: Milan e Napoli alla finestra

Milan, Saelemaekers considerato un ottimo prospetto di terzino