Lo svedese ha lottato su ogni pallone, lavorando con e per la squadra. Un Ibrahimovic operaio ma altrettanto utile alla causa.

Non ha segnato, Ibrahimovic. Anzi, ha sbagliato anche un calcio di rigore, l’ennesimo della sua stagione. Non ha regalato numeri da campione, non ha fatto magie. Ma la prestazione offerta al Dall’Ara è stata comunque preziosa.

Già, perché Zlatan si è messo al servizio della squadra, la stessa che aveva messo in difficoltà nel derby di Coppa Italia, lasciandola sciaguratamente in dieci. Ibra ha scelto il modo più umile e utile per farsi perdonare: lottare su ogni pallone, correre per i compagni, dare una mano in difesa. Insomma, il fuoriclasse svedese ha mostrato quest’altro lato di sé, quello operaio ma altrettanto efficace.

Ibrahimovic
Nella foto: Zlatan Ibrahimovic

Al prossimo giro, contro il Crotone, (ri)proverà a segnare il gol numero 500 in carriera con i club, ma sempre mettendo al primo posto il bene comune, ovvero la squadra, i tre punti, il primo posto in classifica. Quella a cui Ibrahimovic tiene maggiormente.

TAG:
bologna-milan Ibrahimovic slider

ultimo aggiornamento: 31-01-2021


Tomori, ottima prestazione a Bologna: le pagelle

Dall’Inghilterra: il Milan pronto a riscattare Dalot