Ceferin (presidente UEFA): "Bisogna giocare anche senza tifosi"

UEFA, Ceferin: “Bisogna giocare anche senza tifosi”

Le parole del presidente Aleksander Ceferin: “Siamo pronti a giocare negli stadi vuoti, nel tempo torneremo a vedere le tribune piene”.

Il Corriere della Sera ha intervistato il presidente della UEFA, Aleksander Ceferin. Ecco le sue dichiarazioni in merito alla ripresa dei campionati e delle competizioni europee “Siamo pronti a giocare negli stadi vuoti. All’inizio sarà un calcio virtuale, ma nel tempo torneremo a vedere le tribune piene. Meglio via a giugno, finire a settembre non si può”.

Nicchi Cellino Spadafora San Siro Milan Genoa CONI

“È presto per dire che non possiamo completare la stagione – ha aggiunto il numero uno della UEFAl’impatto sarebbe tremendo. Dobbiamo rispettare le decisioni delle autorità e attendere di poter giocare. Non c’è una deadline per terminare la stagione. Stiamo valutando una serie di opzioni, sempre in base alle date per ripartire. Chiudere a settembre/ottobre? Difficile, peserebbe troppo sul calendario della stagione successiva”.

“La priorità è la salute di tifosi, giocatori e dirigenti – ha precisato Ceferin – potremmo dover riprendere senza spettatori, ma la cosa più importante credo sia giocare le partite. In tempi così duri si porterebbe alla gente felicità e un certo senso di normalità anche se le partite saranno solo in tv. Fair Play Finanziario? Abbiamo già sospeso alcune condizioni, ma non lo rottameremo. Ci ha dato tanti benefici, è un aiuto e saremo flessibili. Dobbiamo dare maggiore flessibilità a club e giocatori. Mi sembra che estendere la finestra per il calciomercato sia una buona opzione”.

Aggiornato il: 20-04-2020