Le richieste di Raiola sono alte, il Milan deve trovare una soluzione. Si lavora a uno stipendio fisso con l’aggiunta di bonus importanti.

L’assenza di un campione come Gianluigi Donnarumma si è sentita (eccome!) contro la Roma. Il Milan non può fare a meno del suo portiere titolare, uno dei leader dello spogliatoio. In via Aldo Rossi sono settimane molto frenetiche per il rinnovo di Gigio, il cui contratto scadrà il prossimo 30 giugno. 

Come riferisce il Corriere della Sera, i colloqui tra i dirigenti rossoneri e Mino Raiola sono iniziati ormai da tempo, ma per il momento non sono stati fatti passi in avanti significativi. La volontà di Donnarumma è quella di restare al Milan (Gigio non lo ha mai nascosto), ma servirà ancora un po’ di tempo per arrivare a un accordo. Il club milanista farà di tutto per riuscire a convincere Raiola, ma non sarà una passeggiata.

Donnarumma e Romagnoli
Nella foto: Gianluigi Donnarumma e Alessio Romagnoli

Anche perché in questo momento storico, condizionato pesantemente dalla crisi dovuta al Coronavirus, per nessuna società sarebbe facile assicurare a un giocatore uno stipendio da 10 milioni di euro. Maldini e Massara stanno lavorando a una bozza di contratto sulla base di 6 milioni fissi, a cui si aggiungeranno poi dei bonus importanti. La trattativa prosegue.


 

TAG:
calciomercato Donnarumma Milanello

ultimo aggiornamento: 28-10-2020


Milan, rassegna stampa: Ibra e mercato

Calhanoglu, priorità al Milan. Ma occhio al Manchester