Todibo-Milan, il nodo da sciogliere è legato alla recompra

Milan, per Todibo il nodo da sciogliere è la recompra

I rossoneri non vogliono correre il rischio di perdere il giocatore dopo averlo valorizzato. La trattativa per Todibo prosegue: c’è ottimismo in via Aldo Rossi.

Jean-Clair Todibo resta il primo obiettivo del Milan per il reparto arretrato. Il dialogo tra Maldini e Abidal va avanti ormai da giorni: secondo quanto riportato dal quotidiano Tuttosport, il nodo da sciogliere sarebbe legato al diritto di recompra, opzione che i vertici rossoneri vorrebbero evitare. Il Milan, infatti, non vuole correre il rischio di perdere il giocatore dopo averlo valorizzato.

Lobotka Haaland Paolo Maldini Erling Braut Haaland

La trattativa prosegue, con Todibo che ha già dato l’ok al trasferimento a Milano. Stando a quanto riferito dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, le parti avrebbero raggiunto un’intesa di massima sulla base di un prestito oneroso con obbligo di riscatto fissato a 20 milioni di euro. Una cifra sicuramente importante, ma comunque lontanissima dalla clausola di rescissione da 150 milioni presente sul contratto del giocatore.

Una volta risolta la questione relativa a al diritto di riacquisto, l’operazione potrà andare in porto. Nel frattempo, gli uomini di mercato del Milan sono al lavoro con l’entourage del calciatore francese per trovare un accordo sullo stipendio e la durata del contratto. La società milanista è fiduciosa sulla buona riuscita dell’affare.

Aggiornato il: 30-12-2019