L’esterno di proprietà del Milan, ma attualmente in prestito al Siviglia, ha parlato del suo futuro. “Coronavirus? Sono piuttosto spaventato”, ha affermato Suso.

Lo spagnolo Suso spera di restare al Siviglia. Il giocatore si è trasferito a gennaio in prestito, quindi il suo cartellino è ancora di proprietà del Milan. Il riscatto è legato alla conquista di un posto in Champions League da parte del club andaluso ma – a quanto pare – non si tratta di una condizione necessaria per rendere definitivo il trasferimento nei prossimi mesi. “Ci sono diverse opzioni per rimanere – ha dichiarato l’attaccante ai microfoni di Radio Marca Sevilla – ma sì, se dovessimo andare in Champions allora sarà sicuro”.

Suso Roma

Nel corso dell’intervista, Suso ha parlato anche dell’emergenza Coronavirus. L’esterno iberico ha affermato che non tornerebbe a giocare se ci fosse anche solo l’1% di rischio: “Se finisco di allenarmi e contagio mia moglie non me lo perdonerei per tutta la vita. Non sono d’accordo a terminare la Liga a tutti i costi per una serie di interessi: bisogna fare un piccolo sforzo tutti. Non è logico che noi dobbiamo giocare ed essere concentrati, chiusi in un hotel. Vedo molto complicato che si possa finire la stagione. Io sono a casa, non sono nemmeno uscito per comprare e sono piuttosto spaventato”.

TAG:
calciomercato Suso

ultimo aggiornamento: 07-04-2020


Ag. Conti: “Rinnovo? Se il Milan vuole siamo disponibili”

Bollettino Coronavirus: 135.586 casi totali, 17.127 morti, 24.392 guariti