Suso-Milan, addio a gennaio: rossoneri pronti a concedere uno sconto

Suso via a gennaio: il Milan pronto a concdere uno sconto

Lo spagnolo ha una clausola rescissoria da 40 milioni, ma nessuna squadra spenderà quella cifra. Ecco perché i rossoneri sono disposti a cedere Suso a molto meno.

Fischi alla lettura delle formazioni (lui era in panchina). Fischi al momento del suo ingresso in campo. Il pubblico di San Siro ha ormai scaricato Suso. È vero, gli ultras in Curva Sud lo hanno applaudito e sostenuto (com’è giusto che sia), ma questo non cambia la sostanza: il futuro al Milan dello spagnolo è sempre più incerto. I vertici di via Aldo Rossi sperano di venderlo già a gennaio. E pur di riuscirci – secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport – sono disposti a concedere uno sconto a chi vorrà prelevarlo.

Suso Milan-Spal

La clausola rescissoria da 40 milioni di euro presente sul contratto del giocatore ha “spaventato” le pretendenti (che ci sono), spingendole a non affondare il colpo. Ma il Milan, come detto, è pronto a concedere uno sconto. La sensazione è che una ventina di milioni cash (venticinque al massimo) possano bastare. Perché il fondo il giocatore è arrivato a costo zero, quindi qualsiasi cifra consentirebbe alla società rossonera di mettere a bilancio una importante plusvalenza. Difficilmente Suso riuscirà a ritagliarsi un posto nel nuovo 4-4-2 di Pioli, dove tra l’altro stanno spiccando le qualità di Samu Castillejo. A Jesus non resta che cambiare aria, ma trovare una nuova sistemazione sarà tutt’altro che semplice.

Aggiornato il: 16-01-2020