Lunga intervista dell’ex rossonero Suso a Goal: “Io e la mia famiglia stavamo bene a Milano”, ha dichiarato.

L’ex attaccante esterno rossonero, lo spagnolo Suso, ha parlato ai microfoni di Goal. Ecco le sue dichiarazioni. “Al Liverpool era appena cambiato il proprietario e anche al Milan ci sono stati alcuni cambi di proprietà – ha dichiarato parlando delle differenze tra club in cui ha giocato – il Siviglia invece combatte sempre in tutte le competizioni, è sempre un osso duro. Sai che il Siviglia lotterà sempre per vincere”.

“Sono partito da Cadice molto giovane, avevo solo 15 anni. La mia famiglia mi ha aiutato molto. Volevo giocare a calcio e ci sono riuscito. Quando ho lasciato Liverpool ero stato operato da poco, i primi due mesi sono stati difficili. Poi in Italia è stato un periodo bellissimo, rispetto al Liverpool è più simile alla Spagna. Il calcio è più tattico, più lento e più organizzato ma sono stati cinque anni bellissimi”.

Piatek e Suso Milan-Spal
Nella foto: Jesus Suso

A proposito della sua esperienza italiana, Suso ha dichiarato: “Io e la mia famiglia stavamo molto bene a Milano. Diversi anni prima c’era già stata questa possibilità e stavolta non volevo perderla. “Voglio e posso fare meglio di quanto ho fatto finora. Come squadra dobbiamo fare bene in Champions League e qualificarsi per la prossima edizione in Liga. Avversari agli ottavi? Non ho una squadra preferita, sono tutte forti, ma noi possiamo creare problemi a chiunque”.

ultimo aggiornamento: 11-12-2020


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Duarte: “Siamo un gruppo forte. Hauge? Gran potenziale”

Leao: “Ogni gara per noi è una finale. Con Ibra possiamo battere chiunque”