Il problema non è l’allenatore. Ecco perché Stefano Pioli resterà al suo posto. Con lui la squadra, al di là della sconfitta con l’Atalanta, è cresciuta.

Alcune scelte continuano a essere discutibili (molto discutibili), ma in effetti Stefano Pioli è l’ultimo ad avere colpe. Non a caso, come riporta il Corriere della Sera, nonostante la pesante sconfitta con l’Atalanta, l’allenatore non rischia il posto. A parte la disfatta di Bergamo, infatti (comunque una brutta macchia sul curriculum del tecnico emiliano), con lui il Milan è migliorato sotto tutti i punti di vista.

Atalanta-Milan Rebic serginho Paquetà Castrovilli Milan-Sassuolo Caldara Milanello tifosi Milan Ricardo Rodriguez Todibo

Pioli, dunque, resterà al suo posto, ma dovrà riconquistare la fiducia del pubblico rossonero. Ormai chiaro a tutti che il problema di questo Milan non è il mister, il quale – al fischio finale – ci ha messo la faccia assumendosi le sue responsabilità. All’ex Fiorentina spetta un compito difficilissimo: rimettere in piedi la baracca dopo un tonfo clamoroso come quello con l’Atalanta, una sconfitta che pregiudica forse definitivamente le speranze europee del club. Stefano Pioli, tra l’altro, dovrà provare a guadagnarsi la conferma per la prossima stagione, ma – vista la situazione – è al momento impossibile parlare di futuro.

Ecco le immagini di Atalanta-Milan 5-0, gara che chiude il 2019 dei rossoneri:


Milan, tutti sotto accusa: anche Gazidis ha le sue responsabilità

Ag. Omeragic: “Ci sono stati contatti con il Milan”