Le parole del mister a Radio 1: “Questo Milan – ha affermato – è nato a gennaio 2020 con gli arrivi di Ibra, Kjaer e Saelemaekers”.

Lunga intervista di Stefano Pioli ai microfoni di “Radio Anch’io Sport”, in onda su Rai Radio 1. “Il nostro inizio di campionato è stato importante – ha dichiarato il tecnico rossonero – siamo soddisfatti, ma siamo solo all’inizio. Pensiamo ad una partita alla volta. Ora dobbiamo concentrarci sull’Europa League, poi vedremo cosa succederà”.

“C’è un gruppo di lavoro che ha sempre pensato solo a lavorare – ha aggiunto il mister – la sosta ci ha permesso di conoscerci meglio, siamo stati insieme e abbiamo migliorato i nostri meccanismi. Abbiamo lavorato bene e ora stiamo ottenendo risultati positivi”. 

Una considerazione su Zlatan Ibrahimovic: “Ci sta dando tanto, ma è evidente anche la crescita di tutti gli altri. Ibra adesso non sta pensando al futuro: la cosa più bella è vederlo felice di allenarsi e di giocare, poi vedremo cosa succederà nella prossima stagione, è ancora presto. Il nostro lavoro è sotto gli occhi di tutti, cerchiamo di tirare fuori il meglio da ogni giocatore. Questo Milan è nato a gennaio 2020 con gli arrivi di Ibra, Kjaer e Saelemaekers. Da lì siamo cresciuti, è un percorso iniziato da qualche mese e ora i risultati stanno arrivando. Sappiamo che ci saranno dei momenti difficili, ma siamo un gruppo unito che ha voglia di fare e che ha sempre voglia di vincere la prossima partita”. 

Si parla anche di mercato: “Con la società abbiamo condiviso tutto – ha ribadito Stefano Pioli – abbiamo cercato di rinforzare la squadra e ci siamo riusciti. Siamo partiti da lontano con alcuni rinnovi e alcuni riscatti. I nostri investimenti sono stati per il presente e soprattutto per il futuro. Ora pensiamo a vincere più partite possibili. Da gennaio abbiamo cambiato modo di giocare, abbiamo cambiato modulo con Ibra che non dà punti di riferimento e si scambia spesso la posizione con Calhanoglu. I ragazzi ora si conoscono meglio, hanno più fiducia, ovviamente i risultati positivi aiutano ad avere maggiore consapevolezza nei nostri mezzi”. 

Sandro Tonali
Nella foto: Sandro Tonali

Pioli: “Per me Tonali è un titolare”

Queste, invece, le parole dell’allenatore milanista su Sandro Tonali: “Ha avuto un’estate difficile. È un giocatore di grande prospettiva, ha grandi qualità e sa far girare il pallone veloce. Per me è un titolare, la mia fortuna è avere tanti titolari. Non siamo nemmeno ancorati a un solo sistema di gioco, vedremo strada facendo”. 

Dopo il derby, i rossoneri devono ora pensare alla sfida di Europa League contro il Celtic: “Siamo il Milan e dobbiamo giocare con ambizione ogni competizione. Giocando così tanto non sarà facile e avrò bisogno di tutti i giocatori, ma io metterò sempre in campo la formazione migliore. Vogliamo fare bene in Europa, siamo nell’Europa che conta di meno, ma vogliamo provare a vincerla. Il nostro girone è equilibrato, il Lille è primo in Francia, dobbiamo cercare di iniziare bene il nostro percorso”. 

Tra i calciatori “in bilico” c’è Gigio Donnarumma, il cui contratto scadrà nel 2021: “La società sa quanto sia importante lui e gli altri in scadenza. Stanno lavorando per sistemare la situazione. Gigio, Calha e Ibra sono importanti per noi e si farà di tutto per andare avanti insieme”. 

TAG:
Ibrahimovic Milanello slider Stefano Pioli

ultimo aggiornamento: 19-10-2020


Milan, Saelemaekers è una benedizione

Milan, rassegna stampa: Ibra e il futuro in rossonero