Spadafora: "Se non c'è accordo sul protocollo, stop al campionato"

Spadafora: “Se non c’è accordo sul protocollo, stop al campionato”

Le dichiarazioni del ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora: “Il calcio non deve dividere: il comitato tecnico scientifico sta incontrando le varie componenti del mondo dello sport”.

Non si placano le polemiche attorno al mondo del calcio. Intervistato da “Mi Manda Raitre”, il ministro per lo Sport e le Politiche Giovanili, Vincenzo Spadafora, è tornato a parlare della possibile ripresa dei campionati in Italia: “Io penso che il calcio debba essere un veicolo di gioco, leggerezza e passione – ha dichiarato – e non deve dividerci. In questi giorni il comitato tecnico scientifico sta incontrando le varie componenti del mondo dello sport, FIGC e non solo, per degli approfondimenti sul protocollo proposto”.

Krunic Nicchi Cellino Spadafora San Siro Milan Genoa CONI

“Se si troverà un accordo con il comitato tecnico scientifico – ha affermato il ministro Spadafora – gli allenamenti ripartiranno e questo potrà avere i suoi effetti sulla ripresa del campionato. Viceversa, sarà il governo a decretare per motivi di evidente emergenza sanitaria mondiale, la chiusura del campionato, anche creando quelle condizioni affinché il mondo del calcio paghi meno danni possibili, alla pari di tutte le filiere produttive del Paese. Ci prenderemo le nostre responsabilità e faremo in modo che anche il calcio abbia meno danni possibili, non dimentichiamo che è una grande impresa del Paese”.

Aggiornato il: 30-04-2020