In merito al protocollo, invece, il ministro Spadafora ha affermato: “Non si potrà applicare lo stesso di Serie A e B per le associazioni dilettantistiche”.

“Sta iniziando il vertice tra Figc e Comitato tecnico scientifico sul protocollo della Federcalcio. Attendiamo i risultati di questa valutazione”. Lo ha dichiarato alla Camera il ministro dello Sport e delle Politiche giovanili, Vincenzo Spadafora. Per quanto riguarda il protocollo da attuare per la ripresa dei campionati di calcio in Italia, il ministro ha affermato: “Non sarà possibile applicare lo stesso protocollo di Serie A e Serie B ad associazioni minori e dilettantistiche, per cui il protocollo sarà diverso”.

Tonali Centro sportivo Milanello
Nella foto: il centro sportivo Milanello

Il vertice – si spera decisivo – tra Figc e Comitato tecnico scientifico è attualmente in corso: al centro del discorso – come riferisce Sky Sport – c’è il protocollo che dovrebbe consentire alle società di Serie A di riprendere le sedute di allenamento collettivo a partire dal 18 maggio. Le squadre sono tornate al lavoro nei rispettivi centri sportivi, ma i giocatori, almeno per il momento, possono allenarsi solo individualmente. Niente preparazione in gruppo, dunque, niente partitelle né esercizi tattici. Come detto, però, la situazione potrebbe/dovrebbe cambiare nei prossimi dieci giorni. Sempre che si arrivi a un accordo.

TAG:
FIGC Serie A Spadafora

ultimo aggiornamento: 07-05-2020


Aic, Tommasi: “Contratti? È complicato intervenire”

Bollettino Coronavirus: 215.858 casi totali, 29.958 morti, 96.276 guariti