Ecco quanto dichiarato di recente da Andriy Shevchenko in occasione del ritorno in Champions League del Milan.

Andriy Shevchenko, nel corso di un’intervista rilasciata a Milan TV ha dichiarato: “Secondo me I giocatori del Milan, quelli che indossano la maglia del Milan, hanno un sangue diverso per questa competizione. Ho avuto anche un po’ di storia con la Dinamo Kiev, i primi passi da giocatore sono stati là. Il Milan però è stata un’altra storia, una storia bellissima. Due finali di Champions League, soprattutto la prima è stata un’emozione fantastica. Per me, come giocatore giovane che giocava nella Dinamo Kiev, la Champions League era una grande vetrina. Attraverso le partite di Champions sono riuscito a conquistare l’Europa giocando bene e facendo tanti gol. Mi ha aperto la possibilità di venire a giocare in una grande quadra come il Milan: solo grazie alla Champions League”.

Champions League
Champions League

Sull’approccio che deve avere la squadra: “Deve avere un approccio diverso, la Champions è una competizione con grande storia, c’è un legame con il Milan incredibile. Quando giochi contro le squadre più grande del mondo, competi contro i giocatori più bravi del mondo, ti dà una carica. Per i tifosi del Milan la Champions League era qualcosa di più, quando giocavi a San Siro lo stadio era sempre pieno. Abbiamo disputato bellissime gare, segnare gol davanti al pubblico rossonero è un’emozione incredibile”.

Sui tifosi: “I tifosi del Milan aspettavano queste partite, avevano un approccio diverso, ma anche i giocatori. L’avvicinamento era sempre diverso per qualcuno di noi, qualcuno era un po’ teso, però dentro lo spogliatoio c’era serenità e la carica giusta. C’era consapevolezza dei nostri mezzi, il Milan aveva una grande storia e questa storia è passata dalle vecchie alle nuove generazioni: il Milan ha sempre avuto una grande storia in Champions League. Sicuramente quando indossi la maglia del Milan quella storia passa attraverso di te, ti rende più sicuro di te, ti rende più forte”.

Milanello

ultimo aggiornamento: 26-09-2021


Colino: “Il Milan non è tra i più forti d’Europa, ma è di tutto rispetto”

Milan, Seedorf si congratula con i Maldini: “Paolo e Daniel, sono fiero di voi”