In seguito all’aumento dei contagi da Covid-19 tra i calciatori, si inizia a pensare ad alcune possibili soluzioni. La linea di FIGC e Lega, però, è la stessa, ovvero non fermare il campionato.

In base a quanto si evince da Repubblica, Figc e Lega sono in allerta per via dell’aumento dei contagi da Covid-19 nel mondo del calcio. La linea comune rimane in ogni caso quella di non fermare il campionato, in quanto un nuovo stop finirebbe per avere devastanti conseguenze sull’intero movimento.

serie A
serie A

Allo stesso tempo, nel caso in cui non fosse possibile chiudere regolarmente il campionato, è già in corso un ragionamento in merito alle possibili modalità attraverso le quali poter decidere scudetto e retrocessioni.

Lo stesso ministro dello sport ha invitato la Lega Serie A a pensare già a un Piano B, ma come si evince da Calcio e Finanza, questo sarebbe pronto già da un bel po’ di tempo. Sempre più società, infatti, sembra stiano aprendo a una vecchia suggestione, ovvero quella di decidere il campionato attraverso i play-off.

Un piano che per cui bisognerebbe almeno arrivare alla fine del girone d’andata in modo da avere una classifica con le squadre che avrebbero lo stesso numero di incontri e sfidato tutti gli altri club almeno per una volta. In seguito, quindi, si passerebbe ai playoff, con le prime 12 in classifica divise in 2 gironi per aggiudicarsi lo scudetto. Le ultime 8 invece lotterebbero per evitare la retrocessione. Le prime due di ogni girone in lotta per il tricolore si qualificherebbero per le semifinali scudetto, che verrebbero così disputate in match singolo.

TAG:
Serie A

ultimo aggiornamento: 22-10-2020


Verso Celtic-Milan, le quote: rossoneri favoriti

Europa League, Celtic-Milan: le formazioni ufficiali