Le parole dell’allenatore rossonero in vista della gara di campionato contro il Sassuolo.

Serie A, Sassuolo-Milan: alla vigilia del match di campionato in programma al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia, mister Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni.

Sui gol arrivati da tanti giocatori: “Significa che siamo imprevedibili. Il fatto che i nostri avversari marchino tanti i nostri attaccanti è un plus e ci aiuta a creare altre possibilità. Dobbiamo continuare a essere pericolosi. Un allenatore è contento quando segnano tanti calciatori”

Sulla classifica: “Sappiamo quello che stiamo facendo, da gennaio a oggi abbiamo messo in campo prestazioni positive. Il dato interessante è che abbiamo 15 punti in più rispetto all’anno scorso, significa molto per la nostra crescita. Resta un campionato ancora più equilibrato rispetto all’anno scorso”.

Sul Sassuolo: “Recuperano giocatori importanti e sono una squadra da affrontare con grande attenzione. È una squadra di qualità e ben allenata, dovremo essere attenti e lucidi dal punto di vista tattico. Dovremo affrontarla con rispetto ma consapevoli delle nostre qualità, anche se abbiamo assenze importanti”.

Sull’infortunio di Ibrahimovic: “È stata una giornata particolare. Eravamo convinti potesse recuperare per domani e potesse giocare per uno spezzone. Sono molto dispiaciuto per lui, perché aveva tanta voglia di rientrare. Sono cose che succedono, ma tornerà più forte di prima. Abbiamo alternative pronte a giocare”.

Sull’acquisto di un’altra punta: “Il faccia a faccia c’è stato prima di queste partite. È normale parlare di queste situazioni dato che il mercato di gennaio si sta avvicinando. L’infortunio di Ibrahimovic non cambierà le nostre strategie”.

Sul momento di Rebic e Leao: “Il piano è proporre sempre un gioco offensivo. Rebic nelle ultime due partite non ha fatto gol, per bravura del portiere e perché non gli gira bene. Ma sono molto soddisfatto, ci sta dando profondità e movimenti. Se avesse segnato l’altra sera su quella bella azione il vostro giudizio sarebbe cambiato. Leao? Ha sofferto l’infortunio. Star fuori così tanto tempo può portarti fuori ritmo”.

Sulla partita di domani: “Dal punto di vista tecnico il Sassuolo richiederà una prestazione di grande livello, perché è una squadra da affrontare con lucidità. La squadra non avrà nessun contraccolpo psicologico perché è una squadra che propone e che crea. È chiaro che si sa che possono arrivare questi momenti, ma siamo una squadra di qualità e con valori importanti”.

Ibrahimovic e Pioli

Pioli: “Calhanoglu è un leader”

Rebic non al meglio: “È stato sostituito mercoledì perché aveva un problema al piede. In questi giorni ha fatto lavoro personalizzato: spero che per la rifinitura sia pronto”.

Sulla possibilità di prendere un vice Ibra: “Io credo che se ci sarà la possibilità di migliorare questo organico lo faremo. Lo crede anche la società”.

Su Tonali: “La sua crescita è continua e costante, è diverso rispetto a Bennacer ma è un centrocampista completo. Questa continuità gli servirà molto. Deve crescere ancora tanto perché è giovane, ma lo farà con il solito impegno”.

Sull’acquisto di un nuovo centrocampista: “Se ci sarà possibilità di migliorare e di mettere qualità – ha ribadito Pioli – la società lo farà. È importante riempire l’area con tanti giocatori e lo stiamo facendo. Tanto volte siamo arrivati in ritardo su certi traversoni. Poi bisogna migliorare nel servire il compagno quando si cambia giocatore davanti”.

Su Leao: “Le ultime prestazioni non sono state all’altezza, ma prima dell’infortunio aveva dato segnali di crescita. Adesso deve fare uno sforzo in più. Se non sei al 100% dei fare di più. Poi quando tornerà la condizione migliore tornerà alle prestazioni pre-infortuni”.

Su Calhanoglu: “È un leader di questa squadra, un leader in campo. Ed è un giocatore intelligente. Ultimamente abbiamo affrontato squadre che hanno chiuso gli spazi e quindi, a volte, ho dovuto abbassarlo nonostante lo volessi tenere alto. Si sa sposare perfettamente con il gioco dei compagni. Ho grande stima di lui e con giocatori intelligenti si possono giocare grandi partite. Ha le qualità per segnare qualche goal in più”.

Su Kjaer: “Sono passati solo 15 giorni dal suo infortunio muscolare. Domani non ci sarà ed è difficile che ci sia per la partita di mercoledì con la Lazio. Però sta bene ed è la cosa più importante”.

Sui gol subiti nelle ultime partite: “Non abbiamo più subito gol sulle palle inattive, ma li abbiamo subiti dopo aver perso la palla. Non siamo stati eccezionali, abbiamo lasciato qualche spazio di troppo: bisogna lavorare di squadra”.

TAG:
Milanello

ultimo aggiornamento: 19-12-2020


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Gazidis: “Grande lavoro di Maldini e Pioli. Ibra? Un leader”

Ok di Elliott all’acquisto di un attaccante: Scamacca pista percorribile