La Roma riacciuffa tre volte il Milan, grazie anche all’aiuto di un disastroso Giacomelli. Alla fine ne esce un 3-3 spettacolare che lascia però l’amaro in bocca.

Serie A, Milan-Roma 3-3: un pareggio e tanti rimpianti per i rossoneri, che restano sì imbattuti ma che avrebbero meritato molto di più in una serata strana e sfortunata, condizionata anche da una direzione di gara a tratti vergognosa da parte dell’arbitro Giacomelli.

Il Milan passa in vantaggio con Ibrahimovic, ma Tatarusanu rovina tutto poco dopo spalancando la porta a Dzeko. I padroni di casa giocano meglio degli avversari, ma non riescono a sfondare. A inizio ripresa, però, si riaccende Leao, che apparecchia per Saelemaekers: destro secco del belga e 2-1 per i rossoneri. Ma stavolta ci pensa Giacomelli a regalare il pareggio alla Roma inventandosi un clamoroso calcio di rigore (Veretout non sbaglia). Poco dopo, lo stesso fischietto ammonisce Ibra anziché assegnare un penalty al Diavolo per un netto fallo di mano di Mancini. Insomma, un disastro!

Alexis Saelemaekers Milan
Nella foto: Alexis Saelemaekers

La squadra di Pioli rimette comunque la testa avanti con Ibrahimovic, che non sbaglia dal dischetto (anche qui, decisione dubbia di Giacomelli), ma i giallorossi non mollano e ritrovano il pari con Kumbulla, che su azione d’angolo fa 3-3. Nel finale, poi, il Milan ha due occasioni clamorose: Kessié trova sulla sua strada un super Mirante, mentre Romagnoli sbaglia tutto da zero metri. Incredibile! I rossoneri escono dal campo con l’amaro in bocca, ma giocare contro questa Roma non è facile.

TAG:
Ibrahimovic Milan-Roma Serie A slider

ultimo aggiornamento: 26-10-2020


Maldini a Sky: “Il Milan ha il dovere di provare a trattenere Donnarumma”

Milan-Roma, Leao a Sky: “Sono deluso perché abbiamo fatto di tutto per provare a vincere”