Un successo meritato, importante, prezioso. Il Milan si sbarazza della squadra di Prandelli con qualità e autorevolezza. I rossoneri allungano in classifica.

Serie A, Milan-Fiorentina 2-0: prova di forza, non c’è altro modo per descrivere la prestazione dei rossoneri. Una squadra compatta, equilibrata, determinata, in grado di vincere brillantemente senza due pilastri come Bennacer e Ibrahimovic e senza due alternative importanti come Leao e Castillejo.

Il Milan sbriga la pratica “viola” già nel primo tempo. La squadra di Pioli (oggi ancora di Bonera) va al riposo sul 2-0, e il risultato avrebbe potuto avere dimensioni ancora più ampie se Franck Kessié, dopo aver messo a segno il rigore del raddoppio, non si fosse divorato quello del 3-0. Poco male (a sbloccare la gara è stato Romagnoli sugli sviluppi di un calcio d’angolo).

Franck Kessie
Nella foto: Franck Kessie

Il Milan rischia il giusto (Gigio Donnarumma è super almeno in un paio di occasioni) e gestisce il match nella ripresa senza tanto affanno. Da grande squadra. Una vittoria di spessore, dunque, che certifica la crescita di questo gruppo, sempre motivato e sul pezzo. Ora la sfida di Europa League contro il Celtic, poi sarà tempo di rituffarsi nuovamente in campionato.

TAG:
Milan-Fiorentina Serie A slider

ultimo aggiornamento: 29-11-2020


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Serie A, Milan-Fiorentina: le formazioni ufficiali

Kessié: “Ho dato il 150%, Pioli era contento”