Segnano Kessié e Brahim Diaz, brutta tegola per Pioli: si fa male Rebic. Ma il Milan va, supera agilmente il Crotone e si piazza in testa alla classifica.

Serie A, Crotone-Milan 0-2. Seconda uscita in campionato, stesso risultato della prima: i rossoneri, dopo la vittoria al debutto contro il Bologna, espugnano lo “Scida” giocando un match impeccabile. Letale e cinica, la squadra di Pioli gioca a memoria, vincendo in scioltezza contro un avversario onesto ma poco incisivo.

Rebic, con una giocata da urlo, si procura il rigore che Kessié trasforma nel gol del vantaggio. A inizio ripresa, lo spagnolo Brahim Diaz chiude di fatto la contesa con una rete “di rapina”, da bomber navigato più che da esterno adattato. Da segnalare anche due traverse, una per tempo (Kjaer e Krunic).

Brahim Diaz
Brahim Diaz

Soprattutto, da segnalare l’infortunio di Ante Rebic, costretto a lasciare il campo per un brutto infortunio al braccio: possibile lussazione per il croato, che potrebbe sottoporsi a una lastra di controllo presso l’Ospedale di Crotone (in bocca al lupo!).

Due gare, sei punti, quattro gol segnati e zero subiti: i numeri del Milan di Pioli sono più che positivi. Ora testa al Rio Ave, ultimo ostacolo sulla strada della fase a gironi dell’Europa League, sfida che i rossoneri dovranno affrontare senza Romagnoli, Rebic e Ibrahimovic.

TAG:
Crotone-Milan Rebic Serie A slider

ultimo aggiornamento: 27-09-2020


Serie A, Crotone-Milan: le formazioni ufficiali

Pioli: “Vittoria importante. Rebic? Spero non sia grave”