Le parole dell’allenatore rossonero in vista della partita di campionato contro il Bologna.

Serie A, Bologna-Milan: alla vigilia del match in programma al Dall’Ara, valido per la 20esima giornata di campionato, mister Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni.

Sulla settimana trascorsa: “Non dobbiamo guardare indietro, ma solo avanti. Pensiamo alla prossima partita che sarà difficile. Il Bologna gioca un calcio intenso, servirà una grande prestazione per vincere. Abbiamo fatto finora un ottimo percorso. Abbiamo 18 punti in più di un anno fa. Siamo arrivati a 16-17 punti da Juve e Inter nell’ultimo campionato, quindi il gap c’è. Noi stiamo lavorando per limare la differenza. Le prime sette del campionato sono molto forti”.

Sul ritorno di Bennacer: “Sta meglio, ma è stato fuori tanto. Se oggi farà tutto l’allenamento in gruppo verrà convocato, ma non credo possa partire titolare. È un centrocampista con grandi qualità e con ancora ampi margini di miglioramento. È importante il suo recupero, così come è stato importante fare ieri un bell’allenamento con tanti giocatori”. 

Su Ibrahimovic: “È dispiaciuto per l’espulsione, ma molto carico e determinato per la partita di domani. Non giustifico quello che è successo, perché non è bello, ma sono cose che possono capitare in campo. Da certe situazioni Zlatan sa tirare fuori il meglio, è carico come lo siamo tutti. Non è certamente un razzista, ora mettiamo un punto su questa vicenda. La proprietà è sempre stata in prima linea per combattere le discriminazioni”. 

Sul momento chiave della stagione: “Concentriamoci sulla gara, poi abbiamo due settimane pulite dove possiamo recuperare qualche giocatore. Abbiamo avuto diversi infortuni e dei casi Covid. Bisogna ritrovare compattezza in queste due settimane, ieri abbiamo fatto un bell’allenamento e finalmente ho qualche giocatore in più. Da qui alla fine mancano 19 partite e quindi non possono essere partite decisive”.

Ibrahimovic e Pioli
Nella foto: Ibrahimovic e Pioli

Pioli: “Tomori ha fatto vedere buone cose”

Sul clima negativo intorno al Milan: “Non dobbiamo pensare a quello che dicono all’esterno – ha affermato Pioli – dobbiamo solo pensare a noi, a lavorare e a migliorare. Dobbiamo mantenere il giusto equilibrio. Quello che dicono fuori ci interessa poco, dobbiamo pensare solo a fare bene in campo. Dobbiamo proseguire il nostro lavoro. Sappiamo che i giudizi cambiano velocemente nel calcio”. 

Su Tomori: “L’ho visto bene, ha fatto vedere buone cose. Si è presentato bene, ha buone qualità ed è anche molto intelligente e con grande voglia di imparare”. 

Sulle condizioni di Brahim Diaz: “Ha avuto un fastidio muscolare che verrà rivalutato la prossima settimana. Speriamo di riaverlo presto perché nelle prossime settimane avremo tante partite e quindi abbiamo bisogno di avere a disposizione più giocatori possibile per essere sempre competitivi”. 

Sull’assenza di Kjaer: “Spero resti fuori poco, è un giocatore importante, però se siamo primi è perché abbiamo fatto bene anche con tante assenze. Nelle prossime settimane ci saranno tante partite, quindi avrò bisogno di tutti i giocatori”.

Sulle due sconfitte di fila: “La squadra c’è e abbiamo le qualità per continuare così. Gli avversari ci sono e quindi dobbiamo continuare a lavorare. Arrivare in Champions non sarà facile, ma abbiamo le qualità per raggiungere questo obiettivo”.

Su Rebic e Mandzukic: “Quando sei in casa – ha dichiarato Stefano Pioli – puoi lavorare, ma farlo in campo è diverso. Rebic sta migliorando e farà bene nelle prossime gare. Mandzukic ha avuto questo problema alla caviglia, ieri si è allenato e stava meglio. Se anche oggi lavorerà in gruppo allora domani potrà essere convocato”. 

TAG:
bologna-milan Milanello slider Stefano Pioli

ultimo aggiornamento: 29-01-2021


Kjaer: “Al Milan a vita. Scudetto? Crediamoci”

Giudice Sportivo: una gara di squalifica per Ibra e Lukaku