Pioli in conferenza stampa alla vigilia di Milan-Parma

Milan-Parma, la conferenza stampa di Pioli

Ecco le dichiarazioni rilasciate dall’allenatore milanista in conferenza stampa alla vigilia di Milan-Parma.

In vista di Milan-Parma, gara in programma mercoledì 15 luglio a San Siro (fischio d’inizio alle ore 19.30), il tecnico rossonero, Stefano Pioli, ha parlato come di consueto in conferenza stampa. Ecco le sue parole.

Sul momento del Milan: “Dobbiamo continuare a fare punti se vogliamo tornare in Europa. Domani affrontiamo una squadra difficile, dobbiamo essere ben preparati sotto tutti i punti vista. Abbiamo costruito un modo di stare in campo e una mentalità precisa. Abbiamo la nostra filosofia di gioco e la nostra mentalità che ci ha portato a ottenere risultati importanti. Dobbiamo continuare così. Le prossime sei partite ci diranno che squadra siamo”.

Sulle difficoltà con le piccole: “Si gioca con la testa più che col fisico. Se giocassimo altre 100 volte la gara di Ferrara la vinceremo 99 volte. Non siamo riusciti a segnare nonostante le tante occasioni avute, ma domani ci deve essere tanta concentrazione”.

Su Ibrahimovic: “L’infortunio gli ha tolto un po’ di condizione. Deciderò domani mattina chi schierare dall’inizio. Ibra è un vincente: è uscito non contento perché stavamo perdendo, ma è giusto così: lui è molto motivato”.

Su Bonaventura: “Jack è un ottimo giocatore. Sta facendo bene sia a partita in corso che dall’inizio. Abbiamo lavorato tutti bene in queste settimane. Abbiamo bisogno di un grande sforzo da qui alla fine della stagione e c’è bisogno di tutti. Servirà spirito di sacrificio da parte di tutti”.

Luis Maximiano Reina Gianluigi Donnarumma

Pioli: “Donnarumma non ha colpe sui gol del Napoli”

Sulla gara col Napoli: “Abbiamo dimostrato di saper soffrire – ha affermato Stefano Pioli – e uscire da una gara complicata perché il Napoli è una squadra importante”.

Su Theo Hernandez: “Il suo rendimento è costante. Per il suo fisico, cresce a partita in corso. A Napoli aveva un avversario difficile come Callejon, ma lui è stato molto attento. Ha fatto una partita che agli allenatori piace molto. Ha segnato, ma ha fatto bene anche in fase difensiva, dove è migliorato molto. Può diventare uno dei terzini migliori al mondo”.

Su Leao: “Sta crescendo tanto. Ha un potenziale incredibile, ma può crescere ancora molto. Mi piace il suo atteggiamento. Davanti ho tante soluzioni. Lui è un attaccante esterno o una seconda punta. L’importante è che continui così, il vero Leao lo vedremo l’anno prossimo. Un giovane che arriva dall’estero è normale che debba ambientarsi”.

Su Donnarumma: “Gigio ha grande equilibrio, non si abbatte per le critiche e non si esalta quando le cose vanno bene. Per me non ha colpa sui gol del Napoli. Il suo rendimento è altissimo”.

Aggiornato il: 14-07-2020