Il tecnico rossonero potrebbe riproporre lo stesso Milan che tanto bene ha fatto con la Lazio. Occhio, però, al possibile inserimento di Rebic sull’esterno.

Nel segno della continuità. Nuovo avversario, stessa formazione: Stefano Pioli sembra intenzionato a confermare l’undici schierato all’Olimpico contro la Lazio. Con la Juventus sarà dura, ma il Milan – questo Milan! – può farcela. Perché è una squadra diversa rispetto a qualche mese fa, più determinata e convinta dei propri mezzi.

Alexis Saelemaekers Milan
Nella foto: Alexis Saelemaekers

Là davanti, a guidare le operazioni (solo per un tempo?), ci sarà Ibrahimovic, confermato dopo l’ottima prestazione offerta a Roma. A supportare lo svedese dovrebbero esserci nuovamente Saelemakers, Bonaventura (ma occhio a Paquetà o Rebic) e Calhanoglu. I tre sono stati decisivi nel successo con la Lazio. Il belga ha fatto la differenza sul binario di destra, Jack si è mosso tra le linee con lucidità e qualità, mentre Calha ha avuto il merito di sbloccare il match prima di lasciare il campo per infortunio.

Conferme in attacco e sulla trequarti, dunque, ma anche a centrocampo e in difesa. In mediana agirà la coppia Bennacer-Kessié, mentre la retroguardia sarà composta dal solito e affidabile quartetto: Theo Hernandez a sinistra, Conti sul versante opposto, Romagnoli e Kjaer al centro. In porta, ovviamente, Gigio Donnarumma.

TAG:
Milan-Juventus Serie A

ultimo aggiornamento: 07-07-2020


Milan-Juventus, i convocati di Pioli

Milan, un ruolo “alla Nedved” per Maldini