Milan più forte dell'emergenza: prova di carattere contro l'Atalanta

Milan più forte dell’emergenza: prova di carattere contro l’Atalanta

In emergenza e sfortunato: il Milan subisce un gol-beffa e colpisce un palo con Bonaventura nella ripresa. Ma è un’altra prova positiva.

Serie A, Milan-Atalanta 1-1. Più forti delle assenze, dell’emergenza, della sfortuna. I rossoneri di Stefano Pioli giocano un match di grande spessore contro i ragazzi di Gasperini, che si presentano a San Siro con la squadra quasi al completo (assente solo Ilicic). Dall’altra parte, invece, i padroni di casa devono fare a meno di giocatori importanti come Romagnoli, Theo Hernandez e Bennacer.

Massara Inter-Milan Zlatan Ibrahimovic Cagliari-Milan

Tuttavia, nonostante le defezioni, Ibrahimovic e compagni se la cavano alla grandissima, mettendo più volte in difficoltà la Dea, che, dopo il vantaggio di Calhanoglu (che punizione!), trova il pareggio poco dopo la mezzora con una rete fortunosa: Zapata sfrutta un paio si rimpalli favorevoli per battere Gigio Donnarumma, il quale, poco prima, si era superato disinnescando il rigore calciato da Malinovskyi.

Nella ripresa è il Milan, dopo un avvio furioso dell’Atalanta, ad avere le occasioni migliori. Saelemaekers sbaglia a pochi passi da Gollini, mentre Bonaventura ci va ancora più vicino: destro secco dal limite e pallone che sbatte sul palo. Peccato! I rossoneri portano a casa un punto che serve a poco per la classifica (la Roma può blindare il quinto posto), ma che vale molto sotto altri aspetti e certifica la crescita della squadra di Pioli anche dal punto di vista della personalità.

Aggiornato il: 24-07-2020