Atalanta-Milan 5-0: che disastro, una squadra senza orgoglio e senza un briciolo di qualità. Anche Pioli tra i colpevoli del tracollo di Bergamo.

Umiliazione e imbarazzo. Il Milan esce con le ossa rotte da Bergamo, giocando una gara orribile. Male, malissimo tutti, mister Stefano Pioli compreso. Il tecnico rossonero continua a insistere su giocatori come Suso e Kessié (e l’onesto Krunic a marcire in panchina), sempre in cima alla lista dei peggiori. Gli “olè” del pubblico bergamasco, i cori “Serie B” che piovono dalle tribune del Gewiss Stadium: umiliante, a dir poco umiliante.

Kessie

Difesa indifendibile. Centrocampo inesistente. Attacco inoffensivo. Una squadra senza orgoglio, senza mordente, senza qualità (e questa non è una notizia, vista la rosa). Il risultato finale va addirittura stretto ai ragazzi di Gian Piero Gasperini, che avrebbero potuto seppellire di gol i rossoneri (Donnarumma è stato più volte decisivo). Una sconfitta storica, che i 2.200 tifosi milanisti presenti a Bergamo non meritavano. Una mancanza di rispetto certificata da un atteggiamento poco professionale. Il Milan non è mai sceso in campo, si è subito sottomesso a un avversario sì di spessore ma non certo imbattibile. Stavolta si è toccato il fondo. Qualcuno darà spiegazioni? Maldini? Boban? Pioli? Umiliante e imbarazzante.

La redazione di Notizie Milan - giovane, dinamica e indipendente - vive il mondo rossonero 24 ore su 24.
Una passione a 360°, che si fa professione per raccontare in modo libero e scrupoloso le vicende del Diavolo.
Dalle news al calciomercato, dalle partite ai social, da Milanello a San Siro: la nostra missione è tenervi sempre aggiornati.
Perché Notizie Milan c’è, sempre e comunque, che si vinca o che si perda. Per i nostri lettori, per noi che amiamo questi colori.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Notizie Milan su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per scaricare la nostra APP

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 22-12-2019


Milan, Jovic prima alternativa a Ibra: l’agente Ramadani al lavoro

Pioli: “Prova gravemente insufficiente, ma non possiamo essere questi”