Il Milan non ha intenzione di mettere in piedi lo scambio tra Alessio Romagnoli e Federico Bernardeschi, a dispetto delle recenti voci

Nelle ultime ore era emersa l’indiscrezione di un possibile scambio tra Romagnoli e Bernardeschi. L’imbeccata sarebbe giunta dalla Juventus durante una delle tante discussioni con Raiola, il procuratore di ambo i calciatori. Ma da Casa Milan – riferisce Tuttosport – sono pervenute secche smentite sulla vicenda, sostenendo che l’operazione non è al vaglio dei dirigenti e che ci sono diversi ostacoli.

Federico Bernardeschi
Federico Bernardeschi

In primis gli stipendi dei due calciatori, con Romagnoli che prende 3 milioni, mentre Bernardeschi attorno ai 4 milioni. In più, in situazioni del genere, le due società devono cercare di effettuare entrambe delle plusvalenze, ma il valore a bilancio di Bernardeschi è più elevato rispetto a quello del capitano rossonero. E poi il fattore storico. Nelle ultime contrattazioni con la Vecchia Signora, il Diavolo non ha avuto il ritorno auspicato. 


Milan: Romagnoli verso l’addio. La dirigenza non vuole accontentarlo

Milan: il riscatto di Caldara da parte dell’Atalanta è in forte dubbio