Karl-Heinz Rummenigge, ex patron del Bayern Monaco, ha proposto lo sviluppo di un Fair Play Finanziario 3.0, con annesse punizioni.

La UEFA sta studiando il modo di rivoluzionare il Fair Play Finanziario, rendendolo ancora più giusto ed equilibrato. L’idea sarebbe quella di seguire l’esempio che sta attuando la Liga Spagnola, ovvero di controllare a priori e non a posteriori, ovvero quando il “danno” è ormai già stato fatto. Anche Karl-Heinz Rummenigge, l’ex presidente del Bayern Monaco, ha avanzato una proposta sul possibile cambiamento del Fair Play Finanziario. Questa l’idea esposta dall’ex patron del club bavarese: “Se un club viola le regole, deve sapere esattamente cosa aspettarsi e non poter agire in una zona grigia. Abbiamo bisogno di un Fair Play Finanziario 3.0 che sia applicato in modo coerente e rigoroso e che includa una specifica lista di sanzioni, fino all’esclusione dalla Champions League“.

calcio pallone
calcio pallone

Rummenigge si è schierato però contro l’opzione della “luxury tax” in caso di sforamento dei limiti economici proposti, ecco perché: “Stiamo veramente parlando di punire economicamente società come Paris Saint-Germain e Manchester City, dove il denaro è una questione piuttosto relativa?”. Fonte: SportMediaset.

ultimo aggiornamento: 11-10-2021


Giroud: “Il Milan è tornato grande anche grazie a Pioli”

Sottosegretario Costa: “San Siro al 100% per il derby? Fattibile”