Intervista all’ex attaccante di Paris Saint-Germain, Barça e Milan: “Sono stati 60 giorni molto lunghi”, ha dichiarato il brasiliano Ronaldinho al Mundo Deportivo.

“Non è stato un momento facile per me”. Intervistato dal noto quotidiano spagnolo Mundo Deportivo, Ronaldinho ha parlato del periodo trascorso in prigione in Paraguay e il grande supporto ricevuto da Barcellona: “Il Barça mi tratta sempre con molto affetto e rispetto – ha dichiarato il brasiliano – ringrazio tutti per i messaggi e l’amore che mi hanno trasmesso in questo periodo complicato. Non è stato un momento facile per me, per questo dico grazie a tutti di cuore. Io ho sempre cercato di portare felicità tra la gente, facendo ciò che so fare meglio: giocare a calcio”.

calcio pallone campo

Dopo la scarcerazione (l’ex attaccante del Milan ha pagato la cauzione per uscire di cella), Ronaldinho si trova ora isolato in un lussuoso albergo ad Asunción, in attesa del processo: “Qui sono tranquillo – ha affermato il Gaucho – fanno di tutto per mettermi a mio agio e posso fare sport quotidianamente, anche se sono stati 60 giorni molto lunghi. Credo che non dimenticherò mai questa esperienza così dura”. Dinho è ovviamente provato da questa spiacevole disavventura, ma spera di lasciarsi tutto alle spalle.

TAG:
Ronaldinho

ultimo aggiornamento: 09-06-2020


Milan, Roca nome nuovo per il centrocampo

Zampa (Sottosegretario Salute): “Mi piacerebbe riaprire gli stadi”