Rivera sul Milan: "La società continua a pensare troppo ai soldi"

Rivera sul Milan: “La società continua a pensare troppo ai soldi”

Le dichiarazioni di Gianni Rivera sull’attuale Milan. Rummenigge, invece, ha parlato di Rangnick in rossonero: “Non parte in modo simpatico”

Intervistato dalla rivista spagnola “Libero”, l’ex fuoriclasse rossonero, Gianni Rivera, ha detto la sua sul Milan attuale: “Inutile adesso guardare al passato – ha affermato il Golden Boy – mancano dei leader come, stando ai tempi recenti, sono stati Baresi e Maldini. Con Ibra le cose sono un po’ cambiate, ma la società continua a pensare troppo ai soldi e poco alla formazione di campioni. Come Baresi e Maldini, sono cresciuto all’oratorio, un ambiente sano e costruttivo”.

Myron Boadu Serie A Milik Scaroni Fabio Capello AIA Mirabelli Bennacer Galliani Daniel Friedkin Alexis Saelemaekers Raiola Florentino Luis Dani Olmo Paquetà Emirates Ghiglione Wesley Fofana Ralf Rangnick Giovanni Sartori Todibo Boban Rivera Casa Milan Andraz Sporar

Ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, invece, Karl-Heinz Rummenigge ha parlato del possibile approdo al Milan di Ralf Rangnick: “In Germania ha lavorato bene, ha il vantaggio di aver avuto due ruoli, perché è stato sia direttore tecnico e sia anche allenatore. Diciamo però che la cosa non è stata venduta in modo simpatico, perché se hai due dirigenti come Maldini e Boban, che sono stati dei simboli del grande Milan, bisogna trovare una soluzione più sensibile, si deve agire in modo che alla fine diventi un “win-win” per le due parti. Se Rangnick parte così, non è un modo simpatico perché Boban è già via e Maldini è contro. Se farà l’allenatore o il direttore tecnico? Non ho informazioni”.

Aggiornato il: 21-05-2020