Donnarumma-Milan: la clausola può facilitare la trattativa per il rinnovo

Rinnovo Donnarumma: la clausola può facilitare la trattativa

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, l’inserimento di una clausola rescissoria bassa potrebbe aiutare la trattativa per Donnarumma.

Gianluigi Donnarumma e il Milan sono destinati a proseguire insieme. Il giovane portiere, infatti, vuole restare in rossonero e il club vuole tenerlo. Ora, però, bisogna discutere del rinnovo del contratto. Gigio, nella giornata di ieri, è volato a Montecarlo (insieme a Ibrahimovic) per incontrare il suo agente, Mino Raiola, e fare il punto della situazione prima di iniziare la trattativa con i vertici di via Aldo Rossi.

Mino Raiola Dumfries
Nella foto: Mino Raiola

Secondo quanto riportato dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, un accordo fino al 30 giugno 2022 potrebbe essere raggiunto senza grossi problemi: sarà più difficile, invece, convincere Raiola ad accettare una scadenza al 2023. L’inserimento di una clausola di rescissione relativamente bassa (inferiore ai 50 milioni di euro) potrebbe aiutare la conclusione della trattativa. Che non si preannuncia semplice. In casa Milan, comunque, c’è grande ottimismo. Perché Donnarumma, come detto, ha manifestato più volte la sua intenzione di proseguire con la società milanista. La prossima settimana potrebbe andare in scena il vertice con Gazidis e Maldini. Si parlerà, ovviamente, anche del futuro di Ibrahimovic, mentre il discorso per il rinnovo di Romagnoli verrà affrontato in seguito.

Aggiornato il: 26-07-2020