La firma sul pre-contratto del Milan e notte fonda: Kessie stava praticamente dormendo. Così i rossoneri anticiparono la Roma.

“Kessie e il contratto nello sgabuzzino: come il Milan superò la Roma”. Gianluca Di Marzio, noto giornalista della redazione di Sky Sport, ha raccontato nel suo libro – “Grand Hotel Calciomercato” – un retroscena legato al trasferimento in rossonero del centrocampista ivoriano.

Fassone e Mirabelli – si legge – lo volevano a tutti i costi, anche se i conti non consentivano spese folli. Nell’estate 2017 la Roma aveva presentato un’offerta migliore, tanto da spingere l’Atalanta a dire di sì ai giallorossi. Insomma, era tutto fatto, serviva solo l’ok del giocatore che non era ancora arrivato.

Franck Kessie
Nella foto: Franck Kessie

Sotto c’era il pressing del Milan, che aveva chiesto ufficialmente il giocatore alla Dea. Il colloquio decisivo tra i vertici del Milan e l’agente di Kessié avvenne all’una di notte in una sorta di… sgabuzzino in un hotel di periferia (per non essere visti e bruciare quindi la concorrenza della Roma). Kessié, quasi addormentato, firmò un precontratto: il giorno dopo, Fassone e Mirabelli si ripresentano da Percassi e Sartori siglando l’accordo per il prestito biennale con obbligo di riscatto a 28 milioni.

TAG:
calciomercato Kessié

ultimo aggiornamento: 09-02-2021


Sabatini: “Massara è il Salah dei dirigenti”

Scudetto e nostalgia della famiglia: ecco le variabili per il rinnovo di Ibra