Il croato Rebic ha una doppia personalità calcistica: sa tirare fuori dal cilindro numeri incredibili e poi sbagliare le cose più elementari.

Qual è il vero Rebic? Quello imprendibile, ispirato e letale sotto porta ammirato all’Olimpico contro la Roma o quello impacciato, nervoso e mai incisivo visto ieri con l’Udinese? Insomma, dottor Jekyll e mister Hyde. O croce e delizia, se preferite. Il croato ha come una doppia personalità calcistica: sa tirare fuori dal cilindro numeri incredibili e poi sbagliare le cose più elementari. Certo è che quando non è in serata (e in questa stagione, purtroppo, è capitato spesso) diventa quasi nocivo per il gioco del Milan.

Ante Rebic
Nella foto: Ante Rebic
TAG:
Rebic slider

ultimo aggiornamento: 04-03-2021


Hauge guarda oltre: “Testa alta e andiamo”

Milan, quell’insopportabile indolenza chiamata Leao