Con l’addio di Rebic i rossoneri risparmierebbero quasi 3 milioni di euro lordi, soldi che potrebbero essere reinvestiti nell’affare Ibra.

E se fosse Ante Rebic (e non Piatek) a fare spazio a Ibrahimovic? L’ipotesi è più che probabile. Perlomeno secondo La Gazzetta dello Sport, che pone l’accento sulla trattativa per il ritorno al Milan dello svedese. Qualcosa si muove, scrive la rosea, che poi aggiunge: il pessimismo dei giorni scorsi è stato ammorbidito dai segnali (indiretti) lanciati da Zlatan, il quale deciso di non vendere il suo appartamento nel centro di Milano.

Ma torniamo a Rebic. Stando all’indiscrezione riferita dalla “Gazza”, gli uomini di mercato di via Aldo Rossi starebbero cominciando a ragionare sull’uscita del croato, il quale è approdato a Milanello la scorsa estate in prestito biennale con diritto di riscatto a 25 milioni. Con la stessa formula André Silva è passato all’Eintracht Francoforte , ma le due operazioni sono slegate. Ecco perché Rebic potrebbe tornare in Bundesliga già a gennaio.

Ibrahimovic Berlusconi

Con l’eventuale partenza anticipata dell’ex Fiorentina, il Milan andrebbe a risparmiare i sei mesi di ingaggio che restano da pagare da gennaio a giugno. Si tratta di quasi 3 milioni di euro lordi, soldi che i dirigenti rossoneri – per lo stesso semestre – potrebbero reinvestire nello stipendio di Ibrahimovic. Insomma, Rebic potrebbe “pagare” Zlatan. Occhio ai possibili sviluppi.

calciomercato Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 19-12-2019


Atalanta-Milan, dove vederla in tv e streaming

Milan, da Ibrahimovic segnali incoraggianti