Rebic, bomber e pilastro: ora l'acquisto a titolo definitivo

Rebic, bomber e pilastro: ora l’acquisto a titolo definitivo

Decimo gol in campionato per Rebic, undicesimo stagionale: il croato è ormai un punto fermo (e di forza) della squadra rossonera.

Non sbaglia un colpo, Ante Rebic. Un vero bomber, che giochi da esterno o da punta centrale, che agisca in solitaria o al fianco di un altro attaccante. Il croato ha lasciato il segno anche contro la Juventus, segnando il suo decimo gol in campionato, l’undicesimo complessivo in stagione se consideriamo anche la rete realizzata in Coppa Italia sempre alla squadra di Sarri.

Rebic Milan-Juventus
Nella foto: l’esultanza di Rebic dopo il gol con la Juve

Insomma, un fattore, un giocatore decisivo. Dopo un primo tempo piuttosto grigio, Rebic si è scatenato nella ripresa mettendo più volte in crisi la difesa juventina. Fino al poker che ha di fatto chiuso il match. Pioli e il Milan non potrebbero rinunciare alla corsa e alla freddezza sotto-porta del classe ’93, sempre più pilastro della squadra. Ai vertici di via Aldo Rossi non resta che avviare i discorsi con l’Eintracht Francoforte per l’acquisto rigorosamente a titolo definitivo del giocatore, il quale – dal canto suo – spera ovviamente di restare in rossonero. Ralf Rangnick ha già dato l’ok alla permanenza di Rebic. Non solo: il manager tedesco sta già cercando un partner che possa affiancarlo in attacco nella prossima stagione.

Aggiornato il: 08-07-2020