Rangnick e il Milan più lontani: colpa del Coronavirus?

Rangnick e il Milan più lontani: colpa del Coronavirus?

La situazione scoppiata in Europa potrebbe avere delle ripercussioni sia sul mercato che sulla preparazione estiva. Ora Rangnick ha dei dubbi.

Ralf Rangnick si allontana dal Milan. E la “colpa” potrebbe essere del Coronavirus. Lo scrive questa mattina il quotidiano Tuttosport, che pone l’accento sul futuro della panchina rossonera. Nella giornata di ieri, un giornalista della “Bild” (per intenderci, lo stesso quotidiano che aveva parlato di un contratto già firmato con il Milan, con tanto di penale da pagare nel caso in cui Elliott non avesse rispettato l’accordo preso) ha precisato che la trattativa con i rossoneri “non è andata a buon fine”.

Rangnick Elliott Ivan Gazidis Milan Allegri
Nella foto: l’a.d. milanista Ivan Gazidis

Secondo Tuttosport, la sensazione è che ci sia la voglia – da parte del Milan e dello stesso Rangnick – di abbassare il volume e spegnere le voci su una vicenda emersa troppo presto. L’operazione, comunque, è ancora lontana dalla sua definizione. E potrebbe essere lo stesso allenatore tedesco ad avere dei dubbi, alla luce – come detto – dell’emergenza Coronavirus.

La situazione scoppiata in Europa potrebbe avere delle ripercussioni sia sul mercato che sulla preparazione estiva, ma Rangnick è un manager che fa della programmazione la sua arma migliore. Questo clima di incertezza, dunque, potrebbe spingere il tecnico a rifiutare la proposta del Milan, che rappresenterebbe la grande occasione della sua carriera: il tedesco, però, non vorrebbe giocarsela in una situazione di emergenza.  

Aggiornato il: 19-03-2020