Dopo il lockdown “Pioli ha vinto 9 partite e ne ha pareggiate 3, così la faccenda è terminata”, ha dichiarato Rangnick al Corriere della Sera.

Il tedesco Ralf Rangnick ha rilasciato una intervista al Corriere della Sera nel corso della quale ha parlato anche del mancato approdo al Milan: “Una risposta semplice può essere: c’è stato il Covid. Ero stato contattato a fine ottobre, quando il Milan era quattordicesimo a 3 punti dalla retrocessione. Mi ha colpito la conoscenza che avevano del mio lavoro passato. Poi Pioli ha vinto 9 partite e ne ha pareggiate 3, così la faccenda è terminata. Eravamo d’accordo sul fatto che cambiare, a quel punto, non sarebbe stato saggio nell’immediato. Sul medio-lungo termine non so e questa può essere una risposta più complessa. Di sicuro non ho cambiato convinzioni e filosofia”.

Zlatan Ibrahimovic
Nella foto: Zlatan Ibrahimovic

Il professore, tra le altre cose, ha detto la sua anche su Zlatan Ibrahimovic: “Sono ammirato dalla forma fisica di Ibrahimovic a 38 anni – ha affermato – però il mio compito è sempre stato creare valore, non comprarlo. I calciatori vanno cercati quando non li conosce quasi nessuno e quelli più esperti, che sono già nel club e hanno atteggiamento e mentalità convincenti, possono comunque migliorare attraverso il lavoro dello staff”.

TAG:
Ralf Rangnick Stefano Pioli

ultimo aggiornamento: 30-08-2020


Tonali sedotto dal Milan: ha detto sì a Maldini

Milan-Real, trattativa in corso per Brahim Diaz: no dei rossoneri al prestito secco