Ecco quanto dichiarato nel corso di una recente intervista da Mino Raiola.

Nel corso di un’intervista rilasciata alla BBC, Mino Raiola ha parlato del preconcetto di avidità spesso evidenziato dai tifosi.

Ibrahimovic
Ibrahimovic

A tal proposito ha dichiarato: “Non bello sentire sempre i soliti pregiudizi. Il pubblico potrebbe anche chiedersi: “Perché se questo uomo è così avido,
i suoi giocatori sono tutti felici e restano con lui?”. Mentirei se dicessi che questa cosa non mi dà fastidio“.

Ha quindi proseguito: “Come puoi giudicare se sono stato un buon agente per Ibrahimovic? L’unico che può giudicare è Ibra stesso. Non ho potere e influenza, il mio ruolo è ottenere il miglior accordo per un mio giocatore. Non più di questo. Fare questo significa assicurargli una serie di servizi che la gente non conosce. I miei giocatori non mi chiamano parassita e sanno come lavoro. Mi interessa solo come mi chiamano i miei calciatori”.

TAG:
Ibrahimovic Raiola

ultimo aggiornamento: 23-02-2021


Pellegatti non ha dubbi: “Ibrahimovic resterà al Milan”

Milan, Sconcerti: “Tonali? Giocatore molto bravo, ma in questo momento non stupisce”