Intervistato da LaPresse, il noto manager Mino Raiola ha parlato del futuro dei suoi assistiti, Zlatan Ibrahimovic e Gianluigi Donnarumma.

Mino Raiola ha assistito alla gara di Coppa Italia tra Milan e Juventus dalle tribune di San Siro. Al termine del match, il noto agente ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di LaPresse: “Se Ibrahimovic rinnoverà? C’è un mezzo progetto, deciderà alla fine dell’anno cosa vuole fare da grande. Cosa gli consiglio? Di andare avanti se si diverte, e fermarsi se non si diverte più. Per adesso mi sembra si stia divertendo, si vede dallo spirito, aiuta i compagni, ha dato un altro tipo di mentalità ai ragazzi”.

Donnarumma Milan-Udinese

Ibra ma non solo. Nel corso dell’intervista, Raiola ha parlato anche di un altro suo assistito, Gigio Donnarumma: “Rinnovo con il Milan? Niente è impossibile. Non ne abbiamo parlato. Sto aspettando ancora le scuse dei tifosi milanisti… Il mio lavoro è fare il bene dei giocatori. Ha ancora un contratto di due anni, c’è tutto il tempo per valutare le cose”. Infine, una considerazione sulla possibilità di rivedere Mario Balotelli in Nazionale: “Se si mette a fare quello che deve fare, ci sono poche punte al mondo che hanno le sue qualità”.

La redazione di Notizie Milan - giovane, dinamica e indipendente - vive il mondo rossonero 24 ore su 24.
Una passione a 360°, che si fa professione per raccontare in modo libero e scrupoloso le vicende del Diavolo.
Dalle news al calciomercato, dalle partite ai social, da Milanello a San Siro: la nostra missione è tenervi sempre aggiornati.
Perché Notizie Milan c’è, sempre e comunque, che si vinca o che si perda. Per i nostri lettori, per noi che amiamo questi colori.

Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Notizie Milan su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2021 - NM

Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 14-02-2020


Milan, il 4-2-3-1 di Pioli funziona. E può essere la svolta

Commisso: “Visto cos’è successo al Milan? Non sono l’unico a parlare di ingiustizie”