"Piatek? Con Ibra deve trovare stimoli". Pioli carica il pistolero

Pioli carica Piatek: “L’arrivo di Ibra deve stimolarlo”

La presenza ingombrante di Ibrahimovic potrebbe deprimere ulteriormente Piatek, ma il tecnico non è d’accordo.

Con l’arrivo di Zlatan Ibrahimovic, tornato al Milan per giocare ed essere protagonista, Krzysztof Piatek rischia di finire ai margini del progetto di Stefano Pioli, soprattutto se l’allenatore dovesse insistere sul 4-3-3, quindi su un sistema di gioco che prevede la presenza in campo di un solo centravanti di ruolo. La presenza di un campione e catalizzatore come Ibra, dunque, potrebbe deprimere ulteriormente la punta polacca, autore, fin qui, di stagione deludente dal punto di vista realizzativo e delle prestazioni.

Atalanta-Milan Krzysztof Piatek Milan-Sassuolo

Ma Pioli, intervistato dal Corriere della Sera, non è dello stesso avviso: “Se giochi nel Milan – ha dichiarato giustamente l’allenatore milanista – e arriva un giocatore di qualità devi essere stimolato e contento: più sono e più si alzano le possibilità di vincere”. Discorso che non fa una piega. Ora la palla è sui piedi di Piatek, che dovrà riuscire a rilanciare se stesso e mettere in difficoltà il tecnico, spingendolo magari a cambiare modulo per far coesistere lui e Ibra. Impresa possibile? Si vedrà… In attesa di scoprire come si evolveranno le cose, Kris dovrebbe partire dal primo minuto nella prossima gara di campionato contro la Sampdoria.

Aggiornato il: 31-12-2019