Rangnick o Pioli, da che parte stanno i giocatori del Milan?

Pioli o Rangnick, da che parte stanno i giocatori del Milan?

Lo spogliatoio potrebbe dividersi tra pro Rangnick e fedelissimi dell’attuale allenatore. Il futuro della panchina rossonera è ancora incerto.

Pioli o Rangnick, da che parte stanno i giocatori del Milan? Secondo La Gazzetta dello Sport, lo spogliatoio rossonero potrebbe dividersi tra “piolisti” e “rangnickiani”. Il capitano Romagnoli e il portiere Gigio Donnarumma potrebbero stare in mezzo, visto che sarebbero titolari a prescindere. Così come Hernandez, uno dei punti di forza della squadra rossonera. Stando alla rosea, tra i “neutrali” ci sarebbero pure Kessié e Calhanoglu, i quali potrebbero conservare il posto anche con un nuovo allenatore.

Ralf Rangnick

L’arrivo di Ralf Rangnick, invece, potrebbe essere utile a Rafael Leao, il quale ha perso posizioni nelle gerarchie di Stefano Pioli. Con il manager tedesco, che nella sua carriera ha dimostrato di saper valorizzare i giovani come pochi altri, il portoghese potrebbe finalmente compiere il salto di qualità. Proprio come Lucas Paquetà, altro talento che avrebbe bisogno di un cambio in panchina.

Tra i “piolisti”, invece, ci sarebbero Ibrahimovic e Rebic. Lo svedese ha instaurato un bel rapporto con l’attuale mister, mentre il croato è diventato un punto fermo della squadra. Rebic ha lavorato pure con Rangnick al Lipsia (il tedesco era direttore sportivo) ma l’esperienza non è stata positiva. Tra i fedelissimi di Pioli, infine, ci sarebbero Conti, Bennacer e Castillejo.

Aggiornato il: 12-04-2020