Pioli in bilico, il Milan pensa a un big della panchina

Pioli in bilico, il Milan pensa a un big della panchina

Il futuro di Pioli è legato ai risultati: senza Europa sarà addio. E i rossoneri pensano a un profilo di primo piano per la prossima stagione.

Rimonta o addio. Europa o addio. Stefano Pioli non ha alternative. Il tecnico rossonero sa bene di essere in bilico: il suo futuro sulla panchina del Milan è legato inevitabilmente ai risultati che riuscirà a ottenere da qui al termine della stagione. Fin qui, la sua squadra – sempre discontinua e insicura – non ha mai convinto del tutto: 18 gare, 8 vittorie, 5 pareggi e altrettante sconfitte, con 26 gol fatti e ben 24 subiti. Numeri tutt’altro che esaltanti. E il gioco non è mai sbocciato.

Stefano Pioli derby Milan

Il quarto posto, lontano 10 punti, è ormai un miraggio: ok, nessuno gli aveva chiesto la Champions, almeno non ufficialmente, però l’idea di tentare l’impresa c’era, inutile negarlo. Ma la mazzata nel derby ha spento ogni possibilità. L’allenatore emiliano, ovviamente, ha anche i suoi meriti: a gennaio, ad esempio, il suo Milan ha messo in fila un bel filotto di successi (tra campionato e Coppa Italia), un paio ottenuti grazie al coinvolgimento di Rebic. Pioli, inoltre, ha valorizzato ulteriormente Theo Hernandez e ha fatto di Bennacer un regista affidabile. Il club rossonero ha bisogno dei ricavi della Champions League per rivedere un po’ di luce. Ecco perché – secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport – i vertici di via Aldo Rossi potrebbero puntare su un big della panchina (Allegri?).

Aggiornato il: 11-02-2020