Juventus – Milan è finita con il risultato di 1-1. Ecco quanto dichiarato nel post partita dall’allenatore rossonero Pioli.

È finita con il risultato di 1-1 la partita di campionato tra Juventus e Milan. Ecco quanto dichiarato nel post gara dall’allenatore rossonero Pioli.

Stefano Pioli
Stefano Pioli

Intervenuto in conferenza stampa ha dichiarato: “La squadra ha giocato per tutta la partita, abbiamo commesso una grande ingenuità sul loro gol. La squadra è cresciuta nel secondo tempo e nello sviluppo completo della partita la squadra ha fatto una grande gara”.

Milan difficile da battere? “Sono d’accordo ma dobbiamo aggiungere anche la qualità della squadra. Nei momenti di difficoltà però sicuramente lo spirito ti aiuta, ci sono ancora tante situazioni in cui possiamo fare meglio ma anche tante in cui siamo già competitivi”.

Dove migliorare? “Anche nella sconfitta di Liverpool abbiamo dimostrato di avere qualità importanti. Al completo il gruppo è forte e penso possa giocarsi qualsiasi partita. L’anno scorso contro gli avversari più forti speravamo di vincere, adesso siamo convinti di poterlo fare. Questa non è stata la settimana più difficile, sapevo che la squadra avrebbe retto. Adesso contro Venezia e Spezia serve dimostrare la nostra forza”.

Rebic? “È un ragazzo molto disponibile che abbina qualità e intensità. Ha fame dentro che aiuta la squadra nei momenti difficili”.

Su Kessie: “La squadra ha giocato, Kessie è stato molto attivo su Bentancur, ha avuto un’estate particolare giocando molto alle Olimpiadi, piano piano sta arrivando alla forma migliore”.

Brahim Diaz? “Diaz sta crescendo come sta crescendo la squadra, ha qualità sta lavorando tanto e anche la prestazione di stasera è stata positiva”.

Sulla classifica: “Siamo solo alla quarta partita, c’è tempo per tutti per migliorare la classifica. Noi siamo soddisfatti di quanto abbiamo fatto”.

Milanello

ultimo aggiornamento: 19-09-2021


Allegri a DAZN: “Abbiamo rischiato di perdere, oggi ho sbagliato i cambi”

Kalulu a DAZN: “Quest’anno ci sentiamo più forti”