Intervista di Stefano Pioli al club channel milanista: “Ogni minuto in cui siamo qui a Milanello dobbiamo pensare a dare il meglio di noi stessi”.

Il tecnico rossonero, Stefano Pioli, ha rilasciato una lunga intervista a Milan TV. Ecco le sue dichiarazioni.

Sulla nuova stagione: “Tutti in classifica ripartiremo allo stesso livello. Dobbiamo ricordarci bene quello che abbiamo costruito insieme, le idee, la filosofia che abbiamo creato e la voglia di stare insieme a Milanello. Siamo una squadra giovane che non è insieme da tanto e in questo senso dobbiamo gettare le basi”.

Sul lavoro: “Sicuramente sono stato favorito dall’esperienza degli ultimi mesi. Conosco la squadra e questo è un vantaggio che dobbiamo sfruttare, so che mi possono dare tanto e so che posso pretendere tanto dai giocatori. È stata un’estate particolare, abbiamo avuto poco tempo per preparare la nuova stagione, ma dobbiamo sfruttare al meglio il tempo a disposizione”.

Sul rapporto con la dirigenza: “C’è grande sintonia – ha affermato Pioli – Tutti stiamo lavorando per cercare di avere idee chiare e sappiamo dove migliorare la squadra. La società sta lavorando con grande continuità per migliorare la rosa. Il mercato sarà purtroppo lungo ma quando c’è questa condivisione di intenti ci si augura di lavorare al meglio”.

Sugli obiettivi: “È giusto che i tifosi ci chiedano la qualificazione alla Champions League perché il Milan da troppo tempo manca a questa competizione. Bisognerà lavorare bene e cominciare al meglio il campionato per conquistare consapevolezza e migliorare la posizione della scorsa stagione”.

Sulla preparazione fisica: “Non si discosterà da quella fatta a maggio anche perché le tempistiche sono simili. Quello che conta però è l’atteggiamento e la continuità di risultati per superare i momenti difficili. Abbiamo un modello di gioco che richiede una grande preparazione fisica ma è altrettanto importante il saper stare in campo e sapere dominare le partite”.

Spalletti Stefano Pioli derby Milan Rangnick

Sui singoli: “La grande fortuna di un allenatore è incontrare professionisti seri, disponibili e votati al sacrificio di squadra. L’abilità è cercare di farli rendere per le capacità che hanno ma è altrettanto importante la disponibilità di questi giocatori”.

Sui primi impegni stagionali: “Il 17 settembre avremo la prima partita ufficiale, importante perché è da dentro o fuori. Perderemo qualche nazionale ma le amichevoli serviranno per trovare unione. Ogni minuto in cui siamo qui a Milanello dobbiamo pensare a dare il meglio di noi stessi. Sarà una stagione impegnativa e dovremo toglierci soddisfazioni”.

Sui gironi d’andata deludenti del Milan: “Dobbiamo cercare di cambiare questi risultati – ha dichiarato Stefano Pioli – ed essere costanti sin da subito. Il più delle volte chi riesce a partire bene riesce ad arrivare nelle posizioni di vertice. Avremo un inizio di stagione molto impegnativo anche perché, se passeremo i preliminari, dovremo giocare 6 partite in 18 giorni. Partire bene significherebbe dare continuità alla stagione precedente e questo è molto importante”.

Sull’ossatura della squadra: “È importante avere più titolari possibili, non solo 12 o 13 ma 17-18. Sarà importante se arriveremo ai gironi e per il proseguo della stagione avere una rosa completa. È una stagione impegnativa ed è naturale volere giocatori forti e alzare il livello della squadra”.

TAG:
slider Stefano Pioli

ultimo aggiornamento: 30-08-2020


Milan-Real, trattativa in corso per Brahim Diaz: no dei rossoneri al prestito secco

Bollettino Coronavirus: 268.218 casi totali, 35.477 morti, 208.536 guariti