Le dichiarazioni social del portiere Pepe Reina: “Mi sarebbe piaciuto giocare con Maldini, averlo davanti in difesa mi avrebbe trasmesso molta sicurezza”.

Lo spagnolo Pepe Reina – di proprietà del Milan ma attualmente in prestito all’Aston Villa – è intervenuto in diretta su Instagram con la pagina “Che Fatica La Vita Da Bomber”. Secondo l’ex giocatore di Liverpool e Napoli, i quattro portieri più forti in attività sono “Alisson, Oblak, Donnarumma e Neuer”. A proposito di Gigio, l’estremo difensore iberico ha dichiarato: “È fortissimo. È molto giovane, ma dimostra già tanta maturità. È un portiere incredibile”.

Inzaghi Baresi Boateng Kakà Donadoni Shevchenko Fabio Capello Lega Serie A Van Basten Pobega Braida Thiago Silva Matteo Gabbia Milan-Torino Lucas Biglia Braida Inter-Milan Berlusconi Daniel Maldini Musacchio Berlusconi Matías Viña Kobe Bryant Florentino Luis Bennacer Matty Cash Antonee Robinson Caldara Scamacca Becir Omeragic Atalanta-Milan Rebic serginho Paquetà Castrovilli Milan-Sassuolo Caldara Milanello tifosi Milan Ricardo Rodriguez Todibo Xhaka Paquetà maglia Milan Ibrahimovic

Nel corso della diretta, Reina ha parlato anche del calcio di rigore parato a Mario Balotelli in occasione di Milan-Napoli del 22 settembre 2013. Fino a quel momento, l’ex attaccante rossonero non aveva mai sbagliato dagli undici metri: “Me lo ricordo, sono stato il primo portiere a paragli un rigore dopo che ne aveva realizzati 21 di fila. A fine gara ci siamo scambiati la maglia, perché comunque Mario è un grande giocatore”.

Nessun dubbio sul difensore con cui avrebbe voluto giocare nel corso della sua carriera: “Sicuramente Paolo Maldini. Averlo davanti in difesa mi avrebbe trasmesso molta sicurezza”. Queste, dunque, le parole di Pepe che riguardano in qualche modo anche il Milan, club nel quale potrebbe tornare al termine di questa stagione.

TAG:
Donnarumma Paolo Maldini Pepe Reina

ultimo aggiornamento: 28-04-2020


Rebic: “Milan, ora sai chi sono. Ibra è importante per noi”

Jovic nel mirino: Milan a caccia del “gemello” di Rebic