Elliott chiede compattezza, ma Paolo Maldini resta comunque il più esposto. Con lui, anche Gazidis è finito nel mirino della proprietà, insoddisfatta dell’operato dell’amministratore delegato.

Uniti e compatti per provare a raddrizzare la stagione. Secondo il Corriere della Sera, sarebbe questo il messaggio inviato dal fondo Elliott ai dirigenti di via Aldo Rossi, dopo la clamorosa sconfitta di Bergamo. Tuttavia, stando sempre a quanto riferito dal noto quotidiano, la posizione di Paolo Maldini resta delicata.

Ralf Rangnick Giovanni Sartori Todibo Boban Rivera Casa Milan Andraz Sporar

Al direttore tecnico viene imputata la responsabilità di scelte di mercato che non hanno fin qui pagato. Secondo Tuttosport, invece, oltre all’ex capitano, anche Ivan Gazidis sarebbe finito nel mirino della proprietà. Se a Maldini – come detto – viene rimproverato di aver speso male gli oltre 170 milioni messi a disposizione da Elliott per le varie sessioni di calciomercato (i giocatori presi, eccezion fatta per Theo Hernandez e pochi altri, non hanno reso), Gazidis è accusato di non aver portato risultati importanti dal punto di vista commerciale. In un anno, infatti, non sono arrivati sponsor in grado di incrementare il fatturato. Ogni giudizio, comunque, è rimandato a fine stagione. Non è ancora il tempo per le rivoluzioni: ora l’unica cosa che conta è provare a rimettere insieme i cocci e ripartire.

ultimo aggiornamento: 24-12-2019


Stima e fiducia, Elliott punta su Boban

Milan, ottimismo per Todibo: il Barcellona apre al prestito